dalla Home

Attualità

pubblicato il 4 novembre 2010

Nuovo richiamo Toyota: l'iQ ha problemi al servosterzo

15.463 le auto interessate in Italia a cui sarà aggiornato il software

Nuovo richiamo Toyota: l'iQ ha problemi al servosterzo
Galleria fotografica - Toyota iQGalleria fotografica - Toyota iQ
  • Toyota iQ - anteprima 1
  • Toyota iQ - anteprima 2
  • Toyota iQ - anteprima 3
  • Toyota iQ - anteprima 4
  • Toyota iQ - anteprima 5
  • Toyota iQ - anteprima 6

Ancora guai in Casa Toyota sul tema dei richiami per problemi tecnici. Questa volta l'auto interessata è la iQ per un problema al servosterzo che in particolari condizioni di guida può indurirsi. Guidando su particolari tipi di bande sonore, talvolta posizionate sull'asfalto autostradale, i segnali dei sensori del servosterzo elettrico (EPS) potrebbero essere erroneamente interpretati dalla centralina di controllo del servosterzo stesso. In tal caso, potrebbe accendersi la spia di allarme del sistema EPS e il guidatore potrebbe aver bisogno di applicare una forza di sterzo superiore alla norma. Il problema è tutto elettronico e Toyota ci tiene a precisare che "è stato riscontrato soltanto in Giappone, in circostanze molto specifiche" e non ha mai causato incidenti.

La campagna di richiamo ha una portata internazionale che interessa oltre 150.000 iQ prodotte tra l'11 settembre 2008 e il 22 ottobre 2010 e vendute in tutto il mondo di cui 15.463 in Italia. La modifica che sarà apportata è banale perché il problema è di tipo elettronico. I possessori dei veicoli coinvolti saranno avvertiti quanto prima tramite una lettera raccomandata A/R e invitati a recarsi in officina. L'intervento naturalmente è gratuito, ha una durata di circa 2 ore e consiste nell'aggiornamento del software o nella sostituzione dell'unità di controllo del sistema EPS (così Toyota denomina il suo servosterzo elettrico). Toyota si assicurerà inoltre che i veicoli prodotti prima del 22 ottobre 2010 e non ancora consegnati, vengano controllati ed eventualmente aggiornati prima della consegna al cliente.

Didier Leroy, Presidente di Toyota Motor Europe (TME) e Responsabile Qualità per l'Europa, ha così commentato: "I nostri obiettivi sono: 'il cliente al primo posto' e la qualità totale dei nostri prodotti. Per quanto riguarda questa campagna, la nostra rete di concessionarie si occuperà di tutti i nostri clienti per effettuare le procedure di riparazione nel modo più efficiente possibile e con il minimo disturbo".

Autore: Redazione

Tag: Attualità , Toyota , richiami


Top