dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 3 novembre 2010

Stop ai SUV a Padova, l'UNRAE dice no

Casadei, dg Porsche, è contrario. Voi cosa ne pensate?

Stop ai SUV a Padova, l'UNRAE dice no

A distanza di due anni dalla battaglia legale contro l'ex sindaco di Londra Ken Livingstone sulla congestion charge è ancora Porsche a fronteggiare quella che la stampa ha già battezzato la "crociata anti SUV". Stavolta non è all'ombra del Big Ben che si sono scatenate le polemiche, ma a Padova, dove l'assessore all'Ambiente Alessandro Zan ha lanciato la proposta: chiudere il centro storico a SUV e fuoristrada.

PIU' CHE INQUINARE INGOMBRANO
In un Veneto sommerso da acqua e fango sembrerebbe a posteriori un controsenso, ma è al vaglio della giunta patavina la possibilità di negare il rinnovo dei pass per le ZTL per chi possiede un fuoristrada e non risiede anagraficamente nel centro città. Stavolta però SUV e 4x4 non sono sotto accusa tanto per le emissioni inquinanti, quanto per il fatto che sono ingombranti, almeno più delle altre tipologie di vetture. Sostiene infatti l'assessore Zan su Il Mattino di Padova che "Non è una battaglia ideologica contro chi possiede macchine di grande cilindrata. Però queste hanno un peso e una dimensione incompatibili con la struttura del nostro centro. Si tratta semplicemente di tutelare il centro storico da veicoli che sono troppo invasivi. La larghezza delle ruote e il peso dell'auto rischiano di compromettere il delicato equilibrio del centro storico: ad esempio sul ciottolato". In pratica i SUV rallentano la circolazione e rovinano il pavé sulle tortuose ed antiche vie cittadine.

CASADEI, UNRAE: "LA GENTE VUOLE I SUV"
Ironia della sorte, ha sede a Padova la sede italiana di Porsche, il marchio che col suo Cayenne produce "il" SUV per antonomasia. A rispondere a stretto giro all'assessore Zan sulle pagine di La Repubblica è stato il Direttore Generale di Porsche Italia e presidente dell'UNRAE Loris Casadei: "Non possiamo accettare che i SUV siano pericolosi, siano il novello male. Ecco, su questo vorrei aprire un dibattito" dice Casadei, che spiega "Sostanzialmente i SUV, se ancora si possono chiamare così..., sono veicoli che vuole la gente. Hanno successo perché vengono incontro alle esigenze della popolazione, di chi richiede più sicurezza interna, seduta rialzata e più spazio per bagagli e passeggeri".

A FIRENZE SONO GIA' BANDITI
La proposta dell'assessore Zan è appoggiata anche dagli ambientalisti di Legambiente, Amici della Bicicletta e Terra!, che a più riprese hanno sottolineano la pericolosità dei fuoristrada nei centri storici.
Per Lucio Passi, portavoce Legambiente Padova, "I SUV sono auto molto pericolose per chi si trova nelle vicinanze. Il peso, la rigidità del telaio e l'altezza di queste auto ne fanno dei mezzi estremamente pericolosi per berline e utilitarie, per i pedoni e per i ciclisti" e sottlinea come a Firenze i SUV sono già banditi dal 2005 con un'ordinanza che vieta l'ingresso in centro alle vetture con ruote di diametro superiore ai 73 cm. Casadei e l'UNRAE non sono tanto preoccupati da una possibile ordinanza comunale ("Non mi preoccupa la posizione del comune, so che alla fine metteranno via questa proposta"), ma dalle accuse ai SUV delle associazioni ecologiste. Per questo Casadei ha annunciato una campagna di informazione: "Stavolta non ci stiamo: abbiamo deciso di dare battaglia. E per fare chiarezza sulla proposta  di cacciare fuori dal centro i SUV abbiamo deciso di comprare una intera pagina di pubblicità su diversi giornali locali. Uscirà giovedì prossimo. E poi abbiamo già programmato una conferenza stampa per raccontare tutta la verità. Una conferenza stampa che sarà un incontro pubblico con chi sostiene queste stupidaggini".

143 voti Sondaggio

Ritieni giusto bloccare i SUV nei centri urbani?

No

  
38%

  
61%

 

Autore:

Tag: Attualità , Porsche , mobilità sostenibile , blocco traffico


Top