dalla Home

Home » Argomenti » Incentivi auto

pubblicato il 2 novembre 2010

Mercato auto: a ottobre -28,8%

Le immatricolazioni precipitano, ma l'anno scorso c'erano gli incentivi

Mercato auto: a ottobre -28,8%

I dati diffusi dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sulle immatricolazioni nel mese di ottobre confermano le previsioni lanciate da Federaicpa: per il mercato italiano il mese di ottobre segna un negativo senza precedenti, anche rispetto al mese di settembre quando sembrava si fosse toccato il fondo. La Motorizzazione ha immatricolato nel mese scorso 139.740 autovetture, con una variazione del -28,82% rispetto all'ottobre del 2009, durante il quale furono immatricolate 196.323 autovetture. Per quanto riguarda l'usato, invece, nello stesso periodo si sono registrati 405.331 trasferimenti di proprietà, con una variazione di -1,60 % rispetto ad ottobre 2009 quando furono registrati 411.910 trasferimenti di proprietà. Il consuntivo dei primi 10 mesi del mercato dice che le immatricolazioni hanno raggiunto le 1.683.119 unità, con una flessione del 6,95% rispetto alle 1.808.905 dello scorso anno.

I NUMERI NON DICONO TUTTO
Gli ordini dichiarati nel mese di ottobre, secondo ANFIA ed UNRAE, hanno evidenziato una flessione di oltre il 20% con 160.000 unità, un valore mai così basso dal 1998, da quando cioé si raccolgono informazioni sui contratti stipulati. Nel cumulato gli ordini sono stati nel complesso circa 1.448.000, un -23% rispetto all'analogo periodo del 2009. "Queste notevoli flessioni, che comunque fotografano un andamento non positivo - afferma Gianni Filipponi, Direttore Generale dell'UNRAE, l'Associazione che rappresenta le Case estere che operano in Italia - sono amplificate anche dal confronto con un numero molto elevato di immatricolazioni realizzate nel corso della parte finale dello scorso anno, grazie alla spinta degli incentivi in scadenza con la fine del 2009". Per il Centro Studi Promotor diretto da Gian Primo Quagliano "Sul risultato del mese scorso ha però influito anche il fatto che molte Case hanno fortemente ridotto il ricorso ai chilometri zero, pratica costosa che le attuali condizioni del mercato non consentono più di seguire. Questa situazione ha fatto apparire il quadro complessivo molto più cupo di quello dei mesi precedenti in cui però la situazione era già fortemente negativa".

LE AZIENDE RECUPERANO
Disaggregando le immatricolazioni, l'UNRAE fa rilevare che in ottobre si rileva il continuo calo degli acquisti da parte dei privati (-35,1%), con la perdita di quasi 7 punti di quota al 70,7% ed il recupero degli acquisti da parte delle società (+4,6%), che hanno guadagnato in termini di rappresentatività sul mercato i punti persi dalle persone fisiche. Sono calate, inoltre, anche le immatricolazioni delle vetture da noleggio (-23,5%). Le motorizzazioni diesel continuano a essere preferite e conquistano una quota sui livelli di 2 anni e mezzo fa (maggio 2008) al 51% del mercato (rispetto al 39% dell'ottobre 2009), ma anche le vetture a benzina si posizionano in crescita al 38,6%, mentre quelle a basso impatto ambientale continuano la frenata, perdendo oltre 16 punti e posizionandosi al 10,4%.

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni , incentivi


Top