dalla Home

Attualità

pubblicato il 28 ottobre 2010

Nissan richiama 2,14 mln di veicoli in tutto il mondo

L’iniziativa punta a sistemare un relè difettoso dell’iniezione

Nissan richiama 2,14 mln di veicoli in tutto il mondo

Per sistemare un relè difettoso dell'impianto d'iniezione che potrebbe causare problemi al motore, Nissan si appresta ad affrontare una delle più massicce campagne di richiamo della sua storia, con 2.144.866 veicoli coinvolti. L'iniziativa coinvolge un gran numero di modelli Nissan prodotti fra l'agosto 2003 e il luglio 2006, dalla Micra alla Pathfinder passando per la Cube, le americane Titan, Frontier, Armada, Xterra e arrivando alla grande Infiniti QX56.

Si tratta di un difetto che per il momento non ha dato luogo a incidenti, che costringe Nissan ad affrontare una lunga e dispendiosa operazione di aggiustamento, probabilmente meno "devastante" di quella del pedale acceleratore Toyota, ma comunque impegnativa. La maggior parte dei richiami riguarda il mercato giapponese (834.759 auto), seguito da quello nordamericano (761.528 unità), europeo (354.170) e cinese/taiwanese (194.409). Il richiamo consiste nella semplice sostituzione del relè, un'operazione d'officina che richiede circa 25 minuti di tempo.

Non appena la Comunità europea e il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti pubblicheranno l'elenco dei modelli e i numeri di telaio coinvolti nell'azione correttiva sui rispettivi elenchi RAPEX e nell'Albo dei richiami sarà possibile valutare l'entità dell'iniziativa in ambito italiano.

Autore:

Tag: Attualità , Nissan , auto giapponesi , richiami


Top