dalla Home

Home » Argomenti » Patente

pubblicato il 28 ottobre 2010

Foglio rosa? Prima la teoria

Per avere il documento, dall’11 novembre si dovrà passare l’esame a quiz

Foglio rosa? Prima la teoria

Vita sempre più difficile per chi aspira a guidare l'auto. Non solo le leggi della circolazione diventano via via più complicate negli anni, ma si dovrà superare un ostacolo perfino per ottenere il foglio rosa per la patente B delle vetture (il documento che dà la possibilità al maggiorenne di esercitarsi alla guida della macchina, se accanto ha un "conducente esperto"): dall'11 novembre, si dovrà essere promossi all'esame di teoria. Lo prevede il nuovo Codice della strada riformato ad agosto.

COSA CAMBIERÀ
Adesso, infatti, basta iscriversi in una qualsiasi scuola guida, e si riceve il foglio rosa. Invece, dall'11 novembre, la scuola guida cui ci si è iscritti porterà la documentazione in Motorizzazione, che rilascerà un protocollo; trascorsi un mese e un giorno, il candidato potrà sostenere l'esame di teoria. Se idoneo, allora richiederà l'agognato foglio rosa.

PER LA SICUREZZA
Cosa ha spinto il legislatore a introdurre questa norma? Ci sono due ragioni. Oggi, col foglio rosa per la patente B delle auto, una persona può guidare la macchina (con accanto un "conducente esperto") anche se a digiuno di Codice della strada: magari non sa nulla di cartelli, precedenze, regole dei sorpassi. In futuro, essendo costretto a studiare le norme della circolazione per passare l'esame di teoria, si metterà alla guida conoscendo il Codice della strada.

CONTRO I "FURBETTI"
Ed ecco il secondo motivo che ha indotto il legislatore a modificare le regole del foglio rosa. Oggi, chi subisce il ritiro della patente (come un delinquente, o come personaggi della tv molto noti) può ottenere il foglio rosa e guidare l'auto per sei mesi: avendo una certa disponibilità economica, può correre il rischio di stare al volante senza "conducente esperto" accanto; al massimo, paga una multa se fermato dalle Forze dell'ordine (389 euro, più il fermo amministrativo del veicolo per tre mesi). Dall'11 novembre, il foglio rosa dovrà sudarselo: studiare per l'esame di teoria, e comunque attendere i tempi della burocrazia.

QUARANTA DOMANDE
Per giunta, dal 3 gennaio 2011, lo stesso esame teorico cambierà. Ogni candidato risponderà a 40 domande singole e non più, come nella procedura attuale, a 10 domande che prevedono tre risposte, ognuna delle quali indifferentemente vera o falsa. Insomma, ogni quiz avrà una risposta unica. Non solo: le 40 domande sono tratte, con criterio causale, tramite specifico programma informatico, dai 25 capitoli da cui è composto il database. Vengono toccati tutti gli argomenti di teoria. Si fa dura...

Autore:

Tag: Attualità , codice della strada , patente a punti


Top