dalla Home

Mercato

pubblicato il 27 ottobre 2010

De Tomaso: stop ai finanziamenti Ue

I corsi di formazione lavoratori bloccati dal no della Commissione europea

De Tomaso: stop ai finanziamenti Ue

La strada che porta alla nascita della De Tomaso Automobili S.p.A., attesa al Salone di Ginevra 2011 con alcuni nuovi modelli, si rivela difficile già dai primi metri. La Commissione europea non ha concesso i finanziamenti richiesti dall'azienda italiana per i corsi di formazione destinati ai 900 lavoratori dell'ex stabilimento Pininfarina di Grugliasco. La mancata erogazione (o nella migliore delle ipotesi il rinvio) del prestito europeo pone quindi una seria ipoteca sull'avvio operativo della nuova realtà industriale voluta da Gian Mario Rossignolo.

Questa prima difficoltà non mette in forse l'ambizioso progetto di Rossignolo di creare "il secondo polo produttivo automobilistico italiano", ma di certo ne rallenta l'evoluzione, ponendo seri dubbi sulle reali possibilità di esordio sul palcoscenico internazionale di Ginevra. Il problema più "caldo" è in realtà i lavoratori, che senza i fondi di Bruxelles si preparano ad affrontare nuovi periodi di cassa integrazione. L'ipotesi di un ritorno agli stipendi ridotti è stata ventilata da Federico Bellono, segretario provinciale della Fiom, il quale ha già annunciato un "prossimo incontro a Roma con i firmatari degli accordi di un anno fa" che comprendono l'azienda, il governo e le regioni Piemonte e Toscana.

Autore:

Tag: Mercato , produzione


Top