dalla Home

Home » Argomenti » Incentivi auto

pubblicato il 22 ottobre 2010

Nel 2010 la spesa degli italiani per l’auto scende, ma di poco

In termini di valore la crisi si limita ad un -3%

Nel 2010 la spesa degli italiani per l’auto scende, ma di poco

Nel 2010 gli italiani spenderanno 33,9 miliardi di euro per l'acquisto di auto nove, cifra che paragonata ai 34,8 miliardi di euro del 2009 rappresenta un calo del 3%. Il dato, al netto dei 673 milioni di euro di incentivi statali erogati nei primi mesi del 2010 appare nell'annuale ricerca "Il Mercato Auto a Valore" promossa dal Centro Studi Fleet&Mobility in collaborazione con il Master sull'Automobile di Roma.

CRISI CONTENUTA
Il giro d'affari del settore auto sembra quindi mantenersi su valori accettabili nonostante la perdurante crisi delle immatricolazioni che avvia il mercato italiano ad un -9% nel 2010 e che nello scorso mese di settembre ha fatto segnare un preoccupante -18,9%. La ricerca presentata a Roma nell'ambito del quinto congresso "Capitale Automobile" sottolinea anche i fattori che stanno alla base di questa lieve contrazione, riassumibili nei primi timidi segnali di ripresa e nella presenza fino a marzo 2010 degli incentivi statali.

AZIENDE SU, PRIVATI GIU'
Altro elemento da non sottovalutare è quello di flotte e aziende, che avendo aumentato la loro quota di mercato rispetto ai privati vanno a modificare i valori economici, acquistando vetture mediamente più costose e di categoria superiore. Entro fine 2010 le aziende andranno infatti ad incrementare del 13% gli acquisti di auto nuove, contro una riduzione del 15% da parte dei privati. Ogni vettura acquistata ha un valore medio di circa 17.200 euro, un 7% in più rispetto al 2009 quando il prezzo era di 16.050 euro ad automobile.

ROMA CAPITALE DELL'AUTO
Un dato interessante che emerge da un'altra indagine del Centro Studi Fleet & Mobility è quello relativo al ruolo sempre più importante ricoperto dal distretto romano nel settore automotive nazionale. Roma rafforza infatti il proprio primato di capitale italiana dell'auto, con un giro d'affari di mercato e indotto che a quota 47 miliardi di euro rappresenta il 50% del totale nazionale (48% nel 2009). La città capitolina conferma la supremazia con il 13% dell'immatricolato nazionale e la presenza sul proprio territorio dei centri direttivi delle principali case automobilistiche, delle società di noleggio e della distribuzione di carburante.

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni , incentivi , statistiche , roma


Top