dalla Home

Mercato

pubblicato il 22 ottobre 2010

Nissan Leaf da oggi è in produzione

E' la prima auto 100% elettrica ad entrare nel listini del marchio giapponese

Nissan Leaf da oggi è in produzione
Galleria fotografica - Nissan Leaf in produzioneGalleria fotografica - Nissan Leaf in produzione
  • Nissan Leaf in produzione - anteprima 1
  • Nissan Leaf in produzione - anteprima 2
  • Nissan Leaf in produzione - anteprima 3
  • Nissan Leaf in produzione - anteprima 4
  • Nissan Leaf in produzione - anteprima 5
  • Nissan Leaf in produzione - anteprima 6

L'Alleanza Renault-Nissan compie oggi un altro passo verso l'ambizioso obiettivo di diventare un leader globale nella mobilità a zero emissioni e lo fa ad Oppama, in Giappone, dove è appena cominciata la produzione della Nissan Leaf, la prima auto 100% elettrica che entra nelle concessionarie del costruttore giapponese. Già in vendita in Giappone e negli Stati Uniti (dove è già sold out), la Nissan Leaf - che ha debuttato in versione europea al Salone di Parigi - sarà acquistabile in alcuni mercati europei dall'inizio del 2011. I suoi piani di commercializzazione, infatti, stanno procedendo di pari passo all'esistenza di incentivi: in paesi quali il Portogallo, l'Irlanda e il Regno Unito (dove sono stati varati incentivi all'auto elettrica) la si può già prenotare, costa circa 30.000 euro e sarà noleggiabile tramite l'accordo tra Nissan e la società LeasePlan. In Italia invece è ancora incerta la sua data di arrivo.

Riguardo invece alla produzione, ad Oppama - dove già vengono assemblate la Juke e la Cube - la catena di montaggio è stata appositamente modificata per farle posto. Le batterie vengono inserite nella fase in cui si installano generalmente i serbatoi, mentre motori elettrici e inverter vanno a sostituire le tradizionali unità benzina. I moduli di batterie agli ioni di litio Nissan Leaf sono invece prodotti a Zama, in Giappone, presso lo stabilimento produttivo di Automotive Energy Supply Corporation (AESC), una joint-venture fra Nissan Motor Co., Ltd. e NEC Corporation. Ciascun modulo contiene 4 celle, viene assemblato a Zama e poi consegnato all'impianto Nissan di Oppama per essere inserito nel pacco batterie dei veicoli, formato in totale da 48 moduli.

E se Oppama farà da "impianto madre" per la produzione di Nissan Leaf, come ha detto Hidetoshi Imazu, Executive Vice President Produzione, è altrettanto vero che "tutto il know-how e l'esperienza acquisiti ad Oppama saranno applicati anche negli altri siti Nissan destinati alla produzione di EV per assicurare livelli qualitativi superiori". In pratica, gli altri siti di produzione degli EV Nissan saranno Smyrna (Tennessee) negli Stati Uniti e Sunderland in Inghilterra. Il primo comincerà a produrla alla fine del 2012 in 150.000 unità all'anno e il secondo all'inizio del 2013 in 50.000 unità. "Questa è una pietra miliare non solo per Nissan e per l'Alleanza Renault-Nissan, ma per l'intero settore automobilistico", ha detto Carlos Ghosn, Presidente e CEO di Nissan, in occasione della cerimonia inaugurale in onore di Nissan Leaf. "I consumatori sono stati chiari: esigono una mobilità e costi sempre più sostenibili. E l'Alleanza si sta muovendo proprio in questa direzione, aprendo le porte a una nuova generazione di auto affidabili, entusiasmanti e ad alte prestazioni".

Galleria fotografica - Nissan Leaf versione EuropeaGalleria fotografica - Nissan Leaf versione Europea
  • Nissan Leaf versione Europea - anteprima 1
  • Nissan Leaf versione Europea - anteprima 2
  • Nissan Leaf versione Europea - anteprima 3
  • Nissan Leaf versione Europea - anteprima 4
  • Nissan Leaf versione Europea - anteprima 5
  • Nissan Leaf versione Europea - anteprima 6
Galleria fotografica - Nissan LeafGalleria fotografica - Nissan Leaf
  • Nissan Leaf - anteprima 1
  • Nissan Leaf - anteprima 2
  • Nissan Leaf - anteprima 3
  • Nissan Leaf - anteprima 4
  • Nissan Leaf - anteprima 5
  • Nissan Leaf - anteprima 6

Autore:

Tag: Mercato , Nissan , auto elettrica , produzione


Top