dalla Home

Curiosità

pubblicato il 21 ottobre 2010

75 Jaguar da "Guinness dei Primati"

A Napoli il numero 75 più grande mai realizzato

75 Jaguar da "Guinness dei Primati"
Galleria fotografica - Le Jaguar da "Guinness dei Primati" a NapoliGalleria fotografica - Le Jaguar da "Guinness dei Primati" a Napoli
  • Le Jaguar da \
  • Le Jaguar da \
  • Le Jaguar da \
  • Le Jaguar da \
  • Le Jaguar da \
  • Le Jaguar da \

Ci sono anche Napoli e la costiera Sorrentina a fare da sfondo alla serie di celebrazioni per il 75esimo anniversario del marchio Jaguar. E si tratta di un evento da "Guinness dei Primati". Settantacinque Jaguar si sono allineate nella Piazza Plebiscito in modo da rappresentare il numero 75 più grande mai realizzato, immortalato da una ripresa video-fotografica aerea. Il numero 75 è stato realizzato da Giuseppe Vitiello e Giuseppe di Palma, soci della Scuderia Jaguar Storiche e per questa speciale occasione le Poste Italiane presenti a Piazza Plebiscito, con una postazione mobile, hanno timbrato le cartoline del raduno con l'annullo del 75esimo anniversario, utilizzando il francobollo appena uscito sul corallo di Torre del Greco.

La manifestazione si è infatti inserita nel programma del raduno organizzato dalla Scuderia Jaguar Storiche, previsto negli stessi giorni con base logistica a Torre del Greco. Nella giornata di sabato, da Torre del Greco si è tenuta la cronoscalata del Vesuvio, alla quale hanno partecipato le vetture iscritte, sia d'epoca che moderne, divise per categoria, per una gara di regolarità. Il Trofeo "Città di Torre del Greco", riservato alle Jaguar storiche, sono stati consegnati ai primi tre classificati: la XK 120 OTS del 1953 di Enzo Fulginiti e Maria Cristina Borea; la 340 del 1963 della concessionaria Jaguar di Napoli, condotta da Gianluca Giuliani e  Vincenzo Esposito; la E-type V12 OTS del 1973 di Francesco Turizio e Francesca Aloia. Riguardo alla gara riservata alle Jaguar moderne, alle prime tre vetture classificate sono andati le Targhe "Città di Ercolano": alla XF della concessionaria di Napoli guidata Paolo Errico Corsi; alla XKR coupè del 2003 guidata Angelo Cavalli e alla XJ 8 del 2000 di Antonio Altiero e Alba Fontana.

L'ACI di Napoli ha designato, quale "Best of the Show" del concorso di eleganza "Partenope", la Jaguar SS del 1937 di Pierre Schulthess di Lugano, il Trofeo ACI di Napoli. L'auto è stata immatricolata il 14 ottobre 1937 ed ha il telaio n°1. L'ACI di Napoli ha portato in piazza anche un carro attrezzi degli anni '50. I Trofei ACI SPORT sono stati consegnati a Pierre Schulthess, a Francesco Turizio, proprietario della XJ 220 del 1991 ed a Mariastella Turizio, quale guidatrice più giovane del raduno. A Villa Balke sono stati premiati i vincitori del Concorso per incisori denominato "Il mito Jaguar", Andrea Scala, Francesco Balzano e le alunne dell'Istituto d'Arte di Torre del Greco.

Galleria fotografica - Jaguar 75 DriveGalleria fotografica - Jaguar 75 Drive
  • Jaguar 75 Drive - anteprima 1
  • Jaguar 75 Drive - anteprima 2
  • Jaguar 75 Drive - anteprima 3
  • Jaguar 75 Drive - anteprima 4
  • Jaguar 75 Drive - anteprima 5
  • Jaguar 75 Drive - anteprima 6
Galleria fotografica - I 75 anni di Jaguar Galleria fotografica - I 75 anni di Jaguar
  • I 75 anni di Jaguar  - anteprima 1
  • I 75 anni di Jaguar  - anteprima 2
  • I 75 anni di Jaguar  - anteprima 3
  • I 75 anni di Jaguar  - anteprima 4
  • I 75 anni di Jaguar  - anteprima 5
  • I 75 anni di Jaguar  - anteprima 6

Autore:

Tag: Curiosità , Jaguar , raduni , record , anniversari


Top