dalla Home

Home » Argomenti » Assicurazioni

pubblicato il 21 ottobre 2010

Rc Auto: si va verso tariffe più basse?

L'ISVAP ha assunto l'impegno, mentre al Sud si parla di "razzismo assicurativo"

Rc Auto: si va verso tariffe più basse?

L'Rc auto torna a guadagnarsi le prime pagine dei giornali. Stavolta, dopo il rincaro sospetto delle tariffe (su cui sta indagando l'Antitrust) e lo scandalo delle truffe in vertiginoso aumento, si parla di buoni propositi per la loro riduzione e dello scoppio di un singolare fenomeno al Sud: la fuga delle compagnie assicurative. In pratica Ina Assitalia, del gruppo Generali, avrebbe deciso di eliminare i clienti campani, calabresi e pugliesi perché poco redditizi, costringendo l'Isvap, l'istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, ad aprire un'istruttoria. Tutto questo mentre ieri l'Isvap incontrava i rappresentanti delle principali Associazioni dei Consumatori per discutere delle criticità del settore Rc auto.

A detta dei protagonisti l'esito dell'incontro è stato positivo. L'Isvap ha annunciato che entro l'anno presenterà a governo e parlamento un pacchetto di proposte mirato alla riduzione delle tariffe Rc auto e le associazioni - Acu, Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoutenti, Federconsumatori e Lega consumatori - si sono riservate di far pervenire all'Isvap, ciascuno per la sua parte, un memorandum. Autorità e Associazioni hanno inoltre convenuto sull'opportunità di aprire, al di là dell'iniziativa di ieri, un tavolo organico di confronto tecnico su temi specifici di volta in volta individuati. Dell'Rc auto quindi si tornerà a parlare presto.

Autore:

Tag: Attualità , assicurazioni


Top