dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 20 ottobre 2010

Come devono viaggiare i bambini in auto?

Torna BimbiSicuramente, il progetto di Fiat per educare i genitori-automobilisti

Come devono viaggiare i bambini in auto?

C'è ancora tanta ignoranza in Italia su come devono viaggiare i bambini in auto. Pochi, anzi pochissimi automobilisti sanno come si usa correttamente il seggiolino e ancora meno rispettano le regole anche quando le conoscono. Il 32% circa dei conducenti infatti non indossa la cintura di sicurezza e circa il 50% degli italiani che la indossa non pensa ai bambini, tanto che il 62,6% dei piccoli viaggia in auto senza alcun sistema di sicurezza. Non dovrebbe quindi stupire che, secondo l'Istat, gli incidenti stradali sono la prima causa di morte per i bambini dai 5 ai 14 anni. Gli ultimi dati (ACI-Istat 2009) dimostrano che la situazione è drammatica: oltre 10.000 bambini all'anno sono coinvolti in incidenti stradali, praticamente 30 al giorno, e ogni tre giorni muore un bambino in auto. Ed è per combattere questo preoccupante fenomeno che torna "BimbiSicuramente", la campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza dei bambini in auto promossa da Fiat e ACIF (Associazione Concessionari Fiat), con la collaborazione di Bosch e il patrocinio del Ministero della Gioventù, che ha condotto un'indagine esplorativa sul territorio nazionale sull'uso del seggiolino in automobile.

NAPOLI IN TESTA ALLA CLASSIFICA NEGATIVA
Dai dati rilevati in città 7 città campione (Bologna, Mestre, Milano, Napoli, Palermo, Roma e Torino, per un totale di oltre 600 osservazioni) dagli osservatori di BimbiSicuramente che si sono posizionati davanti a scuole primarie e dell'infanzia per monitorare il comportamento dei genitori nei confronti dei figli trasportati in auto è emerso che Napoli è in testa alla classifica negativa, facendo registrare un 82,8% di bambini a rischio. I numeri sono comunque incoraggianti, visto che il risultato è migliore rispetto alla stessa rilevazione fatta nel 2009 (le città coinvolte erano 4), e questo grazie anche a BimbiSicuramente, che attraverso la campagna stampa ed il coinvolgimenti fondamentale dei media, cerca di far parlare di questa tematica, in modo consapevole e responsabile. Allarmanti, o meglio disarmanti, sono le risposte raccolte dai "trasgressori" sul perché non allacciano i propri figli agli appositi seggiolini: "Sono solo pochi minuti di viaggio"; "Non ho ancora acquistato il seggiolino"; "Ci vuole molto tempo per mettere il bambino nel seggiolino e non lo sopporta"; "Uso la cintura dell'auto perché è più comoda" oppure "In auto preferisco portare mio figlio in braccio".

BIMBISICURAMENTE E BIMBIAMBIENTE
Per sensibilizzare le famiglie su questo tema è nato nel 2008 il progetto BimbiSicuramente, che dal 2008 ad oggi ha coinvolto direttamente circa 30.000 famiglie in oltre 500 città illustrando a mamme e papà tutti gli accorgimenti per un corretto trasporto in auto dei loro figli, a partire da un uso consapevole del seggiolino. "L'idea di fare qualcosa di concreto", come ha detto Filippo Pavan Bernacchi, Presidente ACIF, per questo è stato attivato il sito www.bimbisicuramente.it e per oltre un mese da lunedì 25 ottobre in circa 600 concessionarie Fiat sarà possibile ricevere tutte le informazioni utili sull'argomento. Disponibili on-line anche tanti trucchetti su come rendere più divertente il viaggio per i propri bambini e, all'interno dello stesso progetto, è nato anche BimbiAmbiente (www.bimbiambiente.it), per parlare alle nuove generazioni di come costruire un futuro più sostenibile.

LE REGOLE
Per essere trasportato in auto, il bambino, dalla nascita fino al raggiungimento dei 36 Kg di peso, ha bisogno dei dispositivi di ritenuta. Fino ai 9 Kg i bambini devono essere trasportati in senso contrario alla marcia e sul sedile posteriore, dopo i 10 Kg il seggiolino può essere sistemato secondo il senso di marcia. Compiuti i tre anni soltanto i bambini alti più di 1,50 m possono occupare il sedile anteriore, gli altri devono viaggiare legati agli appositi seggiolini. Se si decidesse di non utilizzare un sistema di ritenuta è d'obbligo che ci sia almeno un passeggero di età non inferiore a 16 anni accanto. Se la macchina è provvista di airbag frontale questo va disattivato prima di collocare sul sedile anteriore il seggiolino di sicurezza. Tuttavia il posto più adatto per il seggiolino è quello al centro del sedile posteriore, per evitare eventuali urti laterali. Lo schienale del seggiolino deve essere sempre ben appoggiato al sedile della macchina e le cinture presenti sul dispositivo devono essere allacciate anche per brevi tragitti.

Autore:

Tag: Attualità , Fiat , sicurezza stradale


Top