dalla Home

Attualità

pubblicato il 14 ottobre 2010

Pedaggio sul GRA: Alemanno scrive a Matteoli

Serve un tavolo tecnico tra Roma Capitale, Provincia di Roma, Regione Lazio e ANAS

Pedaggio sul GRA: Alemanno scrive a Matteoli

L'ipotesi di un Grande Raccordo Anulare a pagamento preoccupa la città di Roma al punto che il Campidoglio ha affisso nei giorni scorsi lungo le strade più trafficate alcuni manifesti che rassicurano gli automobilisti romani sulla gratuità del GRA. Tanta attenzione potrebbe sembrare un'esagerazione a chi non conosce il Grande Raccordo Anulare, ma si deve tener presente che quest'autostrada tangenziale che circonda anularmente Roma per 68,223 km (gestiti direttamente dall'Anas) è percorsa giornalmente da circa 160.000 veicoli. Cifra che ne fa una delle autostrade italiane con il più alto volume di traffico. Il suo ruolo per la mobilità di Roma è così importante che per risolvere i problemi di congestione cittadina è in cantiere un Secondo GRA. Ed è in quest'ottica che si inserisce la politica del sindaco Gianni Alemanno, che ieri ha scritto al ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Altero Matteoli, chiedendo l'intervento del Governo per l'approvazione dell'ordine del giorno che esclude il pagamento del pedaggio sul Grande Raccordo Anulare.

Alemanno sollecita l'istituzione di un tavolo tecnico tra le istituzioni coinvolte (Roma Capitale, Provincia di Roma, Regione Lazio e ANAS) aspettandosi che il Governo, tenendo conto della particolare situazione di Roma e "in pieno accoglimento degli impegni assunti con l'ordine del giorno approvato, nonché in armonia con gli affermati principi di autonomia ordinamentale recentemente attribuiti a Roma Capitale, intervenga in via legislativa sulla materia. Ritengo - scrive Alemanno -, comunque, assolutamente imprescindibile che ogni decisione governativa sia preceduta da un confronto specifico con le Istituzioni coinvolte nella questione: confronto in occasione del quale individuare soluzioni normative chiare e definitive, capaci di riconoscere appieno l'affermazione delle istanze che Ti ho sin qui rappresentato".

Autore:

Tag: Attualità , roma , infrastrutture


Top