dalla Home

Mercato

pubblicato il 13 ottobre 2010

Che fine ha fatto la Pininfarina Bluecar

Dal 2008 all'accordo Bolloré-Cecomp, le tappe della citycar elettrica italo-francese

Che fine ha fatto la Pininfarina Bluecar
Galleria fotografica - Bolloré al Salone di Parigi 2010Galleria fotografica - Bolloré al Salone di Parigi 2010
  • Bolloré al Salone di Parigi 2010 - anteprima 1
  • Bolloré al Salone di Parigi 2010 - anteprima 2
  • Bolloré al Salone di Parigi 2010 - anteprima 3
  • Bolloré al Salone di Parigi 2010 - anteprima 4
  • Bolloré al Salone di Parigi 2010 - anteprima 5
  • Bolloré al Salone di Parigi 2010 - anteprima 6

In origine si chiamava Pininfarina B° ed era il prototipo di un'auto elettrica, italiana nelle forme e franco-canadese nel cuore, perchè nasceva dalla collaborazione tra Pininfarina e il gruppo Bolloré, una multinazionale con 10 miliardi di dollari di fatturato e 35 mila dipendenti. Poi è arrivata la sua evoluzione, la Pininfarina Bluecar, e tutto è sembrato pronto per la messa in produzione, con tanto di obiettivi commerciali: 2.000 unità nel 2011 e in 8.000 nel 2012. Il nome, infatti, era stato ufficializzato insieme alle modalità di vendita al Salone di Ginevra del 2009. L'auto si poteva addirittura preordinare online - e il sito esiste ancora (www.bluecar.fr), ma poi si è bloccato tutto, o meglio non se n'è più parlato fino all'ultimo Salone di Parigi...

Che qualcosa sia andato storto era chiaro da tempo, anche perché sono note le difficoltà economiche del Gruppo Pininfarina, per non parlare delle tante criticità relative all'introduzione sul mercato di auto elettriche. La presenza di uno stand Bolloré a Parigi ha permesso però di capire qualcosa di più anche perché sotto i riflettori è stato esposto sia il prototipo Bluecar del 2008 che la versione apparentemente definitiva è pronta - parola di Bolloré - alla produzione in serie. A provare che molte cose sono cambiate nei rapporti tra le due aziende ci ha pensato lo stile dell'auto, semplificato sensibilmente rispetto al concept originario (niente fanali al LED, tetto con celle fotovoltaiche ecc.) e una targhetta apposta sulla fiancata da chi assembla la vettura: "Cecomp". L'unica buona notizia è che quest'ultima è comunque un'azienda italiana, la Centro esperienze costruzione modelli e prototipi, che conta 130 dipendenti e che peraltro è tra i fornitori di Pininfarina.

Le dichiarazioni ufficiali su come sono andate (e andranno) le cose sono poche e spesso contradditorie. Un portavoce della Bolloré interpellato da OmniAuto.it a Parigi ha riferito che Pininfarina non era evidentemente in grado di industrializzare la produzione della vettura e che pertanto Bolloré ha dovuto trovare un fornitore alternativo. Fonti vicine alla Pininfarina sostengono invece che Bolloré non ha deciso di produrre l'auto elettrica con Cecomp, ma ha chiesto a Cecomp la produzione di alcuni prototipi sperimentali. Si tratterebbe dunque di un'attività parallela a quella tuttora in piedi con Pininfarina, che con Bolloré mantiene rapporti ottimi. Dall'altro lato, Giovanni Forneris della Cecomp dice che l'azienda torinese si sta preparando insieme a Bolloré per "produrre, oltre ai prototipi, alcune migliaia di vetture. Il numero esatto è ancora da definire".

Di confusione ce n'è parecchia e forse la preoccupazione dei 570 lavoratori dell'azienda, che ieri hanno scioperato, non è una coincidenza. La speranza è che la storica azienda italiana riesca a trovare una via di uscita alla crisi magari proprio grazie al savoir faire che ha dimostrato negli ultimi anni nel progettare citycar a propulsione elettrica. L'ultimo esempio risale a neanche un mese fa quando la Nido, "l'auto laboratorio", è stata presentata al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e al Sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Galleria fotografica - Pininfarina Nido EV al QuirinaleGalleria fotografica - Pininfarina Nido EV al Quirinale
  • Pininfarina Nido EV al Quirinale - anteprima 1
  • Pininfarina Nido EV al Quirinale - anteprima 2
  • Pininfarina Nido EV al Quirinale - anteprima 3
  • Pininfarina Nido EV al Quirinale - anteprima 4
  • Pininfarina Nido EV al Quirinale - anteprima 5
  • Pininfarina Nido EV al Quirinale - anteprima 6
Galleria fotografica - Pininfarina Nido EV al CampidoglioGalleria fotografica - Pininfarina Nido EV al Campidoglio
  • Pininfarina Nido EV al Campidoglio - anteprima 1
  • Pininfarina Nido EV al Campidoglio - anteprima 2
  • Pininfarina Nido EV al Campidoglio - anteprima 3
  • Pininfarina Nido EV al Campidoglio - anteprima 4
  • Pininfarina Nido EV al Campidoglio - anteprima 5
  • Pininfarina Nido EV al Campidoglio - anteprima 6
Galleria fotografica - Pininfarina-Bollore B°Galleria fotografica - Pininfarina-Bollore B°
  • Pininfarina-Bollore B° - anteprima 1
  • Pininfarina-Bollore B° - anteprima 2
  • Pininfarina-Bollore B° - anteprima 3
  • Pininfarina-Bollore B° - anteprima 4
  • Pininfarina-Bollore B° - anteprima 5
  • Pininfarina-Bollore B° - anteprima 6

Autore:

Tag: Mercato , auto elettrica


Top