dalla Home

Curiosità

pubblicato il 13 ottobre 2010

Mahindra Bolero Attitude

A 10 anni dalla nascita, si rinnova la Off-Road indiana

Mahindra Bolero Attitude
Galleria fotografica - Mahindra Bolero AttitudeGalleria fotografica - Mahindra Bolero Attitude
  • Mahindra Bolero Attitude - anteprima 1
  • Mahindra Bolero Attitude - anteprima 2
  • Mahindra Bolero Attitude - anteprima 3
  • Mahindra Bolero Attitude - anteprima 4
  • Mahindra Bolero Attitude - anteprima 5
  • Mahindra Bolero Attitude - anteprima 6

Il model year 2011 della Bolero si rifà il look pur rimanendo fedele alla sua caratterizzazione fuoristradistica estrema. Dopo una decade spesa al servizio dei corpi di polizia e militari di molti Paesi asiatici e sudamericani, la versione Attitude porta in dote barre tubolari cromate sotto i brancardi, uno snorkel che garantisce l'aspirazione d'aria al motore anche nei guadi più profondi, ganci-traino anteriori ad anello ed un vistoso roll-bar all'interno del cassone. Il motore è un diesel di 2498 cc di cilindrata e il corpo vettura misura 4260x1815x1810 mm per un peso di 1615 kg. Gli sbalzi anteriori e posteriori ridotti, uniti al passo di 2680 mm, garantiscono una luce a terra minima di 200mm. Il raggio di sterzata è pari a 5.4 m.

Così equipaggiata, la Mahindra è in grado di affrontare senza paura gli accidentati percorsi che collegano le aree rurali dell'India, dove lo scorso anno è risultato essere il SUV più venduto con più di 70.000 unità. In altre parole, la Attitude condensa in versione low cost il DNA di auto a cui evidentemente si ispira, come Hummer H2, Jeep Wrangler e Land Rover Defender. Forse non a caso, inoltre, l'avventura di costruttore della casa indiana iniziò assemblando su licenza americana un'altra icona dei veicoli tout-terrain: la Jeep Willys. Da quegli inizi l'avventura delle fuoristrada Mahindra è passata attraverso diversi modelli, ma con l'introduzione della Bolero il marchio asiatico è riuscito a penetrare anche nelle zone urbanizzate dell'India e a far crescere la sua rete di vendita e assistenza. Da queste basi la quota di mercato è aumentata da 250 veicoli al mese fino ad un volume di 800-900 auto mensili.

Autore:

Tag: Curiosità , Mahindra , auto indiane


Top