dalla Home

Home » Argomenti » Incentivi auto

pubblicato il 15 ottobre 2010

Quanto costa l'auto elettrica?

Fino a 36 mila euro per un citycar e in Italia non ci sono ancora incentivi

Quanto costa l'auto elettrica?
Galleria fotografica - Citroen C-ZeroGalleria fotografica - Citroen C-Zero
  • Citroen C-Zero - anteprima 1
  • Citroen C-Zero - anteprima 2
  • Citroen C-Zero - anteprima 3
  • Citroen C-Zero - anteprima 4
  • Citroen C-Zero - anteprima 5
  • Citroen C-Zero - anteprima 6

Tutti parlano dell'auto elettrica, ma nessuno sa di preciso nè quanto costa e né quando arriverà sul mercato. Questo limbo perdura da circa due anni, da quando cioè una decina di Case automobiliste hanno iniziato a presentare i loro programmi di "elettrificazione" e le prime vetture destinate alla produzione in serie. Il problema è che l'arrivo effettivo di queste auto nelle concessionarie è differito di molti mesi. E i consumatori sono spiazzati da questo chiasso mediatico che sebbene sia utile per abituare la gente all'idea di parcheggiare in garage un'auto che si rifornisce attaccandola alla presa della corrente, ha come effetto collaterale quello di creare aspettative puntualmente disattese perché, di fatto, l'auto elettrica oggi non si può comprare o comunque costa ancora troppo. Lo spunto per fare un pò di chiarezza sull'argomento ce l'ha dato il Salone di Parigi dove alcuni costruttori si sono mossi ufficializzando per la prima volta i prezzi o le date di commercializzazione reali delle loro auto elettriche. Vediamo allora cosa succederà nei prossimi mesi e quanto costerà inizialmente la mobilità a zero emissioni.

ALL'INIZIO SARA' UN LUSSO INCENTIVATO
Vi ricordate quanto costavano i primi telefoni cellulari? Ebbene, con le auto elettriche sarà lo stesso. I primi modelli avranno un prezzo decisamente elevato e saranno destinati a pochi automobilisti, motivati all'acquisto più dalla possibilità di distinguersi che da una reale coscienza ecologica. In questa fase di avviamento del mercato sono fondamentali degli incentivi (pubblici o privati) in grado di ridurre l'impatto economico sulle tasche dei primi "automobilisti elettrici". I Governi di molti paesi ci hanno già pensato e garantiscono a chi acquista un'auto a zero emissioni contributi fino a 8 mila euro. L'Italia purtroppo è ancora indietro: da noi non esiste né un piano di incentivazione, né un piano energetico che coinvolge l'auto, né un piano di sviluppo dell'infrastruttura. I Costruttori, dal canto loro, stanno sviluppando formule d'acquisto meno gravose per i clienti all'insegna del "tutto incluso", ma per rendere l'operazione sostenibile presuppongono comunque l'esistenza di incentivi. Ecco perché, in quei paesi come l'Italia dove non esistono di politiche di incentivazione, alcune Case preferiscono ritardare il lancio della loro auto elettrica. Fatta questa premessa, entriamo nel vivo della discussione e vediamo cosa offre (e non offre) il mercato a zero emissioni, di oggi e di domani...

QUELLE CHE SI VEDONO, MA NON CI SONO ANCORA
Cominciamo dalle auto elettriche di cui si è parlato di più, quelle che circolano già su strada, ma che nella realtà non si possono acquistare. La prima è smart ED che Daimler ha consegnato anche al Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, nell'ambito del progetto E-mobility Italy che coinvolge tre città (Roma, Milano e Pisa) e 100 automobilisti selezionati che pagano un canone mensile pari a 400 euro, più IVA e 25 euro ( rifornimenti illimitati di energia inclusi). Quest'auto è stata vista da molti italiani anche in televisione (Enel l'ha resa protagonista di un recente spot) e alcuni l'hanno anche provata in occasione di test drive promossi in diverse piazze. Se però oggi "Mario Rossi" va in uno smart center a chiedere un preventivo per acquistarla, la risposta sarà che l'auto non ha ancora un prezzo di listino ufficiale e che in ogni caso si potrà acquistare solo a partire dal 2012.
Un'altra elettrica popolare sui media è stata la MINI E. Di lei si è parlato molto dalla fine del 2008 a poco tempo fa per vie delle caratteristiche tecniche estreme: oltre 200 CV di potenza e appena 2,5 ore di ricarica per un'autonomia di 200 km. Peccato che si sia trattato di una vettura sperimentale, peraltro biposto (i sedili posteriori sono stati eliminati per far spazio alle batterie) e prodotta in una flotta 500 esemplari che stanno circolando in Nord America, Germania e Regno Unito. A differenza della smart la cui commercializzazione è certa, per la MINI elettrica non è stata ufficializzato alcun obiettivo concreto di introduzione sul mercato.

QUELLE TRE CHE ARRIVANO NEL 2011
La prime auto elettriche che un italiano potrà comprare per davvero sono la Mitsubishi i-MiEV, la Citroen C-Zero e la Peugeot iOn. Si tratta di tre varianti sul tema della stessa citycar frutto di una partnership tra Mitsubishi e il gruppo PSA Peugeot-Citroen. Questi tre modelli dovrebbero esser venduti allo stesso prezzo, ma è stato ufficializzato solo quello della Citroen C-Zero pari a 35.960 euro. Ad ogni modo la loro commercializzazione è prevista tra la fine del 2010 e l'inizio del 2011 e tutti i dettagli verranno resi noti tra qualche settimana. Intanto per ognuna di esse è stato messo a disposizione un minisito dedicato che permette di ricevere le informazioni utili ed è certo che, almeno in Francia (dove sono previsti incentivi all'auto elettrica), la Peugeot iOn sarà disponibile con una formula di leasing: durata 5 di cinque anni a 499 euro al mese IVA inclusa è compreso il veicolo, la batteria (garantita 5 anni come la catena di trazione elettrica), gli interventi di manutenzione e revisione (5 anni o 50.000 km), un'assistenza tecnica specifica, i servizi Peugeot Connect e l'accesso al programma di mobilità Mu by Peugeot. Tra l'altro nella rete Mu by Peugeot la iOn sarà disponibile per un noleggio di breve durata, studiato appositamente per permettere a chi lo desidera di provarla.

QUELLE CHE SI VEDONO E SI VENDONO GIA' ALTROVE
Quindi ci sono le auto elettriche già disponibili all'estero, ma che per ragioni di inopportunità politica non sono state ancora introdotte sul mercato italiano o su quello europeo. La prima è l'ormai popolare Chevrolet Volt già in vendita negli USA e che arriverà da noi sono nell'autunno 2011, insieme alla cugina "made in Germany" marchiata Opel, la Ampera.
Poi c'è la Nissan Leaf, la cui versione europea è stata appena presentata al Salone di Parigi. Per quest'ultima i piani di commercializzazione vanno di pari passo all'esistenza di incentivi: in paesi quali il Portogallo, l'Irlanda e il Regno Unito (dove ci sono gli incentivi) la Leaf si può già prenotare, costa circa 30.000 euro e sarà noleggiabile tramite l'accordo tra Nissan e la società LeasePlan. Le prime consegne sono previste all'inizio del 2011. In Canada la Nissan Leaf è anche car sharing, mentre è già sold out negli USA. La sua commercializzazione effettiva comincerà a dicembre negli stati di California, Oregon, Washington, Arizona e Tennessee. Nel gennaio 2011 sarà la volta di Texas e Hawaii ed entro l'anno sarà possibile acquistarla a 32.780 dollari - prezzo dal quale bisogna togliere almeno 7.500 dollari di contributo governativo ai quali sottrarre ulteriori 5.000 dollari in California e Georgia - o prenderla in leasing a 349 dollari al mese in tutti gli USA. In Italia se ne riparlerà nell'autunno del 2011, quando la Leaf sarà commercializzata ad un prezzo che verrà comunicato solo un paio di mesi prima del debutto in concessionaria.

QUELLE CHE SONO GIA' UNA FAMIGLIA
Un capitolo a parte lo merita Renault, che ha reso da anni il tema dell'auto elettrica una priorità tecnologica-commerciale e ha presentato al Salone di Parigi la configurazione praticamente definitiva di Renault Z.E., ovvero della prima gamma di veicoli elettrici. A Parigi sono stati ufficializzati anche i prezzi: la Kangoo Express Z.E. (veicolo commerciale leggero) e la Fluence Z.E., che nei Paesi che applicano incentivi fiscali hanno prezzi (batteria esclusa) paragonabili a quelli dei modelli termici equivalenti. Più nel dettaglio, la Renault Fluence Z.E. sarà commercializzata a 26.000 euro circa, batteria esclusa, la Renault Kangoo Express Z.E. a partire da 24 000 euro, sempre batteria esclusa. Al prezzo d'acquisto indicato si aggiunge quindi la sottoscrizione di un abbonamento che include il noleggio della batteria: 79 euro per Renault Fluence Z.E. e 72 euro per Renault Kangoo Express Z.E.. Sempre a Parigi Renault ha presentato gli altri due veicoli che andranno a completare la gamma: l'innovativo Renault Twizy, incrocio fra scooter e citycar, e la Renault ZOE Preview, concept il cui design prefigura quello delle Renault dei prossimi anni. Le due vetture arriveranno, rispettivamente, nel secondo semestre 2011 e a metà del 2012. Per la Twizy Renault ha promesso un prezzo paragonabile a quello dei cosiddetti scooteroni. Ma è ancora presto per parlarne.

Galleria fotografica - Nissan Leaf versione EuropeaGalleria fotografica - Nissan Leaf versione Europea
  • Nissan Leaf versione Europea - anteprima 1
  • Nissan Leaf versione Europea - anteprima 2
  • Nissan Leaf versione Europea - anteprima 3
  • Nissan Leaf versione Europea - anteprima 4
  • Nissan Leaf versione Europea - anteprima 5
  • Nissan Leaf versione Europea - anteprima 6
Galleria fotografica - Renault ZOE PreviewGalleria fotografica - Renault ZOE Preview
  • Renault ZOE Preview - anteprima 1
  • Renault ZOE Preview - anteprima 2
  • Renault ZOE Preview - anteprima 3
  • Renault ZOE Preview - anteprima 4
  • Renault ZOE Preview - anteprima 5
  • Renault ZOE Preview - anteprima 6
Galleria fotografica - Renault TwizyGalleria fotografica - Renault Twizy
  • Renault Twizy - anteprima 1
  • Renault Twizy - anteprima 2
  • Renault Twizy - anteprima 3
  • Renault Twizy - anteprima 4
  • Renault Twizy - anteprima 5
  • Renault Twizy - anteprima 6
Galleria fotografica - Peugeot iOnGalleria fotografica - Peugeot iOn
  • Peugeot iOn - anteprima 1
  • Peugeot iOn - anteprima 2
  • Peugeot iOn - anteprima 3
  • Peugeot iOn - anteprima 4
  • Peugeot iOn - anteprima 5
  • Peugeot iOn - anteprima 6
Galleria fotografica - Renault Kangoo Z.E. Galleria fotografica - Renault Kangoo Z.E.
  • Renault Kangoo Z.E.  - anteprima 1
  • Renault Kangoo Z.E.  - anteprima 2
  • Renault Kangoo Z.E.  - anteprima 3
  • Renault Kangoo Z.E.  - anteprima 4
  • Renault Kangoo Z.E.  - anteprima 5
  • Renault Kangoo Z.E.  - anteprima 6
Galleria fotografica - Renault Fluence Z.E. Galleria fotografica - Renault Fluence Z.E.
  • Renault Fluence Z.E.  - anteprima 1
  • Renault Fluence Z.E.  - anteprima 2
  • Renault Fluence Z.E.  - anteprima 3
  • Renault Fluence Z.E.  - anteprima 4
  • Renault Fluence Z.E.  - anteprima 5
  • Renault Fluence Z.E.  - anteprima 6
Galleria fotografica - smart EDGalleria fotografica - smart ED
  • smart ED guidata in anteprima a Monte Carlo - anteprima 1
  • smart ED guidata in anteprima a Monte Carlo - anteprima 2
  • smart ED guidata in anteprima a Monte Carlo - anteprima 3
  • smart ED guidata in anteprima a Monte Carlo - anteprima 4
  • smart ED guidata in anteprima a Monte Carlo - anteprima 5
  • smart ED guidata in anteprima a Monte Carlo - anteprima 6
Galleria fotografica - Mitsubishi i-MiEVGalleria fotografica - Mitsubishi i-MiEV
  • Mitsubishi i-MiEV: test in esclusiva - anteprima 1
  • Mitsubishi i-MiEV: test in esclusiva - anteprima 2
  • Mitsubishi i-MiEV: test in esclusiva - anteprima 3
  • Mitsubishi i-MiEV: test in esclusiva - anteprima 4
  • Mitsubishi i-MiEV: test in esclusiva - anteprima 5
  • Mitsubishi i-MiEV: test in esclusiva - anteprima 6
Galleria fotografica - Chevrolet Volt 2010Galleria fotografica - Chevrolet Volt 2010
  • Chevrolet Volt 2010 - anteprima 1
  • Chevrolet Volt 2010 - anteprima 2
  • Chevrolet Volt 2010 - anteprima 3
  • Chevrolet Volt 2010 - anteprima 4
  • Chevrolet Volt 2010 - anteprima 5
  • Chevrolet Volt 2010 - anteprima 6
Galleria fotografica - Opel AmperaGalleria fotografica - Opel Ampera
  • Opel Ampera - anteprima 1
  • Opel Ampera - anteprima 2
  • Opel Ampera - anteprima 3
  • Opel Ampera - anteprima 4
  • Opel Ampera - anteprima 5
  • Opel Ampera - anteprima 6
Galleria fotografica - MINI EGalleria fotografica - MINI E
  • MINI E - anteprima 1
  • MINI E - anteprima 2
  • MINI E - anteprima 3
  • MINI E - anteprima 4
  • MINI E - anteprima 5
  • MINI E - anteprima 6

smart ED nello spot tv Enel

smart ED è nello spot Istituzionale Enel 2010 grazie al progetto E-mobility Italy, che porta 100 citycar elettriche in tre città italiane per un test lungo due anni.

Autore:

Tag: Mercato , incentivi , auto elettrica


Top