dalla Home

Curiosità

pubblicato il 11 ottobre 2010

Hyundai i20 Sport Edition

Nuovo look per la bestseller coreana che diventa serie limitata, ma non per l'Italia

Hyundai i20 Sport Edition
Galleria fotografica - Hyundai i20 Sport EditionGalleria fotografica - Hyundai i20 Sport Edition
  • Hyundai i20 Sport Edition - anteprima 1
  • Hyundai i20 Sport Edition - anteprima 2
  • Hyundai i20 Sport Edition - anteprima 3
  • Hyundai i20 Sport Edition - anteprima 4
  • Hyundai i20 Sport Edition - anteprima 5
  • Hyundai i20 Sport Edition - anteprima 6

Hyundai i20 cambia look, adotta una motorizzazione più potente e diventa una serie limitata. Al Salone di Parigi (2-17 ottobre) il Costruttore coreano presenta la i20 Sport Edition, che verrà prodotta in un certo numero di esemplari non ancora comunicato e che è nata dalla collaborazione tra il produttore di automobili e la compagnia tedesca specializzata in elaborazioni Car Research and Development (CRD). L'aspetto della i20 Sport Edition è infatti molto diverso dalla i20 a cui siamo abituati e il suo nome si lega a quello di celebri marchi come Brabus e Recaro.

La carrozzeria è grigio scuro, i vetri sono oscurati, i cerchi disegnati da Brabus misurano 17 pollici e calzano pneumatici Yokohama. Lo stesso carattere sportivo si trova all'interno dove i sedili sono stati reinterpretati alla luce di questa filosofia del dinamismo (sono Recaro) e i rivestimenti sono stati realizzati in pelle arancione (la stessa utilizzata per foderare i dettagli, come l'interno delle portiere o il pomello del cambio). Al centro della plancia si trova lo schermo del navigatore (da 7 pollici) che è touch screen.

L'avvio della produzione della i20 Sport Edition è stato fissato per la metà del 2011 e coinvolgerà due stabilimenti Hyundai: quello in India (dove verrà assemblata la versione tre porte) e quello in Turchia (per la versione cinque porte). Le specifiche tecniche, al di là delle promesse performance da sportiva, non sono state ancora comunicate e anche per i prezzi bisognerà aspettare ancora qualche mese, ma il suo arrivo in Italia non è affatto assicurato.

Autore:

Tag: Curiosità , Hyundai , parigi , serie speciali


Top