dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 11 ottobre 2010

Euro NCAP Advanced 2010

Premi a Audi, BMW, Citroen, Honda, Mercedes, Opel, Peugeot, Volkswagen e Volvo

Euro NCAP Advanced 2010
Galleria fotografica - Nuova Volkswagen Passat berlinaGalleria fotografica - Nuova Volkswagen Passat berlina
  • Nuova Volkswagen Passat berlina - anteprima 1
  • Nuova Volkswagen Passat berlina - anteprima 2
  • Nuova Volkswagen Passat berlina - anteprima 3
  • Nuova Volkswagen Passat berlina - anteprima 4
  • Nuova Volkswagen Passat berlina - anteprima 5
  • Nuova Volkswagen Passat berlina - anteprima 6

Sono finiti i tempi in cui mantenere l'aderenza, rispettare i limiti di velocità, prevedere ed evitare le collisioni era tutta questione di riflessi del guidatore. Certo, il cervello umano (se funziona bene) rimane ancora il calcolatore più veloce ed efficiente finora conosciuto, ma da un anno o due è supportato dalle stesse auto che diventano poco a poco sempre più "intelligenti": ci suggeriscono i limiti di velocità, ci avvertono se cambiamo inavvertitamente carreggiata, se stiamo per appisolarci, possono addirittura frenare al nostro posto. Tutte tecnologie avanzate che ricadono nelle definizione "sicurezza attiva", un campo di ricerca che Euro NCAP ha deciso di premiare con i riconoscimenti Euro NCAP Advanced rivolti ai costruttori più attivi nel campo della sicurezza. I dieci premi per il 2010, assegnati al Salone di Parigi, sono andati a Audi, BMW, Citroen, Honda, Mercedes, Opel, Peugeot, Volkswagen e Volvo per i loro brevetti che vi descriviamo di seguito. Alcuni, come l'ESP e prima ancora l'ABS, diventeranno un giorno obbligatori. Altri, probabilmente, verranno superati da sistemi ancora migliori. Intanto la tecnologia va avanti, e meno male.

AUDI SIDE ASSIST
L'Audi Side Assist è un sistema di monitoraggio degli angoli morti che aiuta a cambiare corsia in sicurezza. Grazie a due radar sul paraurti posteriore il sistema riconosce se ci sono altre vetture sulle corsie adiacenti sino a 70 m più indietro e calcola la loro distanza e la velocità di avvicinamento. Se il conducente non dimostra di voler cambiare corsia appare semplicemente una luce sul retrovisore del lato interessato. Se il conducente sta per iniziare la manovra di sorpasso, se ad esempio mette la freccia, il lampeggio sullo specchietto si fa più insistente. L'Audi Side Assist funziona anche quando si viene sorpassati. Euro NCAP fa notare che può entrare in funzione erroneamente anche sulle strade a più di due corsie o essere disturbato da forte pioggia o neve. E' disponibile sulla A4 e su altri modelli come Q5 e Q7.

BMW ASSIST ADVANCED ECALL
Il BMW Assist Advanced eCall è un dispositivo di tipo eCall che in caso di incidente effettua una chiamata d'emergenza ai soccorsi sfruttando le reti di telefonia mobile e fornisce tramite SMS posizione, numero di occupanti, gravità dell'impatto e direzione, numero degli airbag aperti, stato delle cinture di sicurezza e se c'è stato o meno un ribaltamento. L'utilita è presto detta: in mancanza di soccorsi più di un terzo delle morti per incidente stradale avviene nei successivi 90 minuti dall'impatto ed un altro terzo dopo 90 minuti. La stima di BMW dice che in Europa si potrebbero salvare 2.500 vite all'anno e ridurre gli infortuni del 10-15%. I limiti: al momento il servizio è gestito da BMW a pagamento. Se non si paga viene effettuata solo una chiamata al 112 e non vengano fornite informazioni più precise. Il BMW Assist Advanced eCall è stato premiato da Euro NCAP per la sua presenza sulla Serie 5, ma è disponibile su tutti gli ultimi modelli bavaresi come l'X3.

CITROEN LOCALIZED EMERGENCY CALL
E' l'eCall di Citroen e fornisce informazioni simili all'eCall di BMW ad un operatore addestrato alle emergenze, con il quale stabilisce un contatto telefonico. Il vantaggio è che quando viene acquistato questo servizio viene offerto per tutta la vita dell'auto. Il limite è che, come tutti gli altri dispositivi del genere, l'auto si deve trovare in un punto coperto dalla rete GSM. Fra i modelli più recenti è disponibile su Citroen C3, DS3, C4.

HONDA COLLISION MITIGATION BRAKE SYSTEM
Attraverso sensori radar l'Honda Collision Mitigation Brake System (CMBS) riconosce se ci sono ostacoli o altri veicoli che precedono fino a 100 metri di distanza cerca di evitare l'impatto o almeno limitarne i danni. Funziona a velocità superiori ai 15 km/h in questa maniera: circa 3 secondi prima dell'impatto avverte il conducente con segnali sonori e visivi; circa 2 secondi prima effettua tre "strattoni" alla cintura di sicurezza e avvia una leggera frenata; se l'impatto è inevitabile tende al massimo le cinture anteriori e frena ancora più forte. Se l'ostacolo scompare all'ultimo momento il CMBS interrompe ogni azione. Uno studio Honda condotto in Germania indica che se tutte le auto fossero dotata di CMBS ogni anno in Europa si potrebbero evitare 19.000 tamponamenti (situazione tipica) e limitare i danni di altri 153.000 sinistri. I sensori non rilevano però le biciclette. L'Honda Collision Mitigation Brake System è stato offerto per prima su Accord, CR-V e Legend.

MERCEDES-BENZ PRE-SAFE E PRE-SAFE BRAKE
Sono due i premi ottenuti dalla Stella. Il Mercedes-Benz PRE-SAFE è un sistema elettronico che monitora la dinamica dell'auto (velocità, rotazione, etc.) insieme agli input del guidatore su sterzo, acceleratore, freno al fine di determinare se è in atto una manovra di emergenza. In caso affermativo il dispositivo serra le cinture di sicurezza, regola i sedili elettrici nella migliore posizione per assorbire gli urti, chiude i finestrini e, se presente, il tettuccio apribile se c'è anche il rischio di ribaltamento. Con il PRE-SAFE Brake il sistema si completa con un sistema di frenata autonoma che riconosce gli ostacoli fino a 200 m a velocità da 30 a 200 km/h e ferma la vettura gradualmente prima dell'impatto. La stima di Mercedes è che si potrebbero limitare del 35% gli infortuni gravi causati dall'alta velocità. Il sistema è standard su Classe E.

OPEL EYE
Attraverso una telecamera sul parabrezza l'Opel Eye riconosce la segnaletica verticale ed orizzontale per fornire due tipi di informazioni al guidatore: evitare il cambio di corsia involontario oltre i 60 km/h e la riproduzione su uno schermo nel cruscotto della segnaletica stradale, in modo che il conducente possa seguirla anche in caso di distrazione o condizioni avverse. Euro NCAP sostiene nella sua analisi che volte il sistema è un po' troppo insistente, però secondo Opel in Europa si potrebbero evitare 5.000 vite e 20.000 infortuni gravi. Attualmente è disponibile su Insignia e nuova Astra.

PEUGEOT CONNECT SOS
Anche Peugeot ha il suo eCall che si chiama Connect SOS. Funziona in pratica in maniera identica al "Localized Emergency Call" di Citroen ed è disponibile in Francia, Germania, Spgna, Portogallo, Italia, Austria, Svizzera, Belgio, Lussemburgo e Olanda. Euro NCAP l'ha testato su 308, 3008, 5008, ma è disponibile in optional anche su modelli più piccoli come 207 e 207CC.

VOLKSWAGEN LANE ASSIST
Altro sistema che evita il cambio involontario di carreggiata è il Volkswagen Lane Assist. Funziona a velocità superiori ai 65 km/h attraverso una telecamera montata sul retrovisore interno che "legge" le strisce di demarcazione combinando queste informazioni con velocità e traiettoria. E' uno dei sistemi" più interattivi in circolazione, perchè applica autonomamente una correzione allo sterzo se si sta per oltrepassare il limite della corsia, "invitando" l'automobilista a recuperare la traiettoria corretta e avvertendolo inoltre attraverso una vibrazione. Il sistema si disattiva da sé se il conducente non effettua correzioni per un po' di tempo. E' disponibile a partire dalla Passat attuale, ma avrà una versione avanzata sulla nuova Passat. Sull'attuale devono essere presenti le linee a destra e sinistra della strada, ma il prossimo funzionerà anche con una sola. Secondo Volkswagen se tutte le auto d'Europa ne fossero dotate si potrebbero evitare 5.000 morti e 40.000 infortuni.

VOLVO CITY SAFETY
A differenza degli altri dispositivi di frenata autonoma il Volvo City Safety introdotto sulla XC60opera a basse velocità: da 3,2 a 30 km/h. Il sistema è dunque tarato per un uso urbano, scenario in cui secondo Volvo avviene la metà degli incidenti, e soprattutto contro i tamponamenti. Il sistema si compone di un sensore posizionato sul parabrezza che inquadra un raggio di 10 metri intorno all'auto. Quando un potenziale urto si fa più probabile le pastiglie dei freni si avvicinano ai dischi per rendere più pronta la frenata umana, ma se l'urto è imminente le Volvo dotate di City Safety frenano fino a evitare la collisione, se la distanza relativa all'ostacolo è inferiore a 15 km/h. Altra particolarità: nessun tipo di avvertimento, perché automobilisti troppo fiduciosi potrebbero abbassare la soglia d'attenzione.

Galleria fotografica - Nuova BMW X3 xDrive20dGalleria fotografica - Nuova BMW X3 xDrive20d
  • Nuova BMW X3 xDrive20d - anteprima 1
  • Nuova BMW X3 xDrive20d - anteprima 2
  • Nuova BMW X3 xDrive20d - anteprima 3
  • Nuova BMW X3 xDrive20d - anteprima 4
  • Nuova BMW X3 xDrive20d - anteprima 5
  • Nuova BMW X3 xDrive20d - anteprima 6
Galleria fotografica - Nuova Volvo V60Galleria fotografica - Nuova Volvo V60
  • Nuova Volvo V60 - anteprima 1
  • Nuova Volvo V60 - anteprima 2
  • Nuova Volvo V60 - anteprima 3
  • Nuova Volvo V60 - anteprima 4
  • Nuova Volvo V60 - anteprima 5
  • Nuova Volvo V60 - anteprima 6
Galleria fotografica - Honda CR-ZGalleria fotografica - Honda CR-Z
  • Honda CR-Z - anteprima 1
  • Honda CR-Z - anteprima 2
  • Honda CR-Z - anteprima 3
  • Honda CR-Z - anteprima 4
  • Honda CR-Z - anteprima 5
  • Honda CR-Z - anteprima 6
Galleria fotografica - Nuova Citroen C3Galleria fotografica - Nuova Citroen C3
  • Nuova Citroen C3 - anteprima 1
  • Nuova Citroen C3 - anteprima 2
  • Nuova Citroen C3 - anteprima 3
  • Nuova Citroen C3 - anteprima 4
  • Nuova Citroen C3 - anteprima 5
  • Nuova Citroen C3 - anteprima 6
Galleria fotografica - Peugeot 3008Galleria fotografica - Peugeot 3008
  • Peugeot 3008 - anteprima 1
  • Peugeot 3008 - anteprima 2
  • Peugeot 3008 - anteprima 3
  • Peugeot 3008 - anteprima 4
  • Peugeot 3008 - anteprima 5
  • Peugeot 3008 - anteprima 6
Galleria fotografica - Opel Insignia Sports TourerGalleria fotografica - Opel Insignia Sports Tourer
  • Opel Insignia Sports Tourer - anteprima 1
  • Opel Insignia Sports Tourer - anteprima 2
  • Opel Insignia Sports Tourer - anteprima 3
  • Opel Insignia Sports Tourer - anteprima 4
  • Opel Insignia Sports Tourer - anteprima 5
  • Opel Insignia Sports Tourer - anteprima 6
Galleria fotografica - Mercedes Classe EGalleria fotografica - Mercedes Classe E
  • Mercedes Classe E - anteprima 1
  • Mercedes Classe E - anteprima 2
  • Mercedes Classe E - anteprima 3
  • Mercedes Classe E - anteprima 4
  • Mercedes Classe E - anteprima 5
  • Mercedes Classe E - anteprima 6
Galleria fotografica - Audi Q5Galleria fotografica - Audi Q5
  • Audi Q5 - anteprima 1
  • Audi Q5 - anteprima 2
  • Audi Q5 - anteprima 3
  • Audi Q5 - anteprima 4
  • Audi Q5 - anteprima 5
  • Audi Q5 - anteprima 6

Autore:

Tag: Tecnica , sicurezza stradale , crash test , unione europea


Top