dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 5 ottobre 2010

Seat IBE Concept

A Parigi una Leon in piccolo

Seat IBE Concept
Galleria fotografica - Seat IBE ConceptGalleria fotografica - Seat IBE Concept
  • Seat IBE Concept - anteprima 1
  • Seat IBE Concept - anteprima 2
  • Seat IBE Concept - anteprima 3
  • Seat IBE Concept - anteprima 4
  • Seat IBE Concept - anteprima 5
  • Seat IBE Concept - anteprima 6

La IBE è il concept di coupé 2+2 elettrica di Seat presentato al Salone di Parigi (2-17 ottobre) che promette molto per il futuro, a cominciare dallo stile per finire alla forma di propulsione. Già mostrata in una prima versione al Salone di Ginevra il marzo scorso, la IBE ha ora una identità e particolari meglio definiti, il tutto racchiuso in dimensioni alquanto inconsuete. Infatti è lunga 3,83 metri per una larghezza di 1,77 metri e una altezza di soli 1,22 metri. Una lunghezza simile a quella di una segmento B molto compatta, ma con un'altezza da supersportiva che potrebbe nascondere un trucco: potrebbe trattarsi in realtà della futura Leon con proporzioni leggermente ridotte come se fosse pantografata. È infatti la vettura di segmento C allora disegnata da Walter de Silva il modello più anziano della gamma della casa spagnola essendo in vendita dal 2005. Di sicuro Luc Donckerwolke, il designer olandese responsabile dello stile per la casa di Martorell, ha concentrato nella IBE molte delle idee che vedremo sui futuri modelli Seat tra i quali, guardando anche ai progetti della casa madre Volkswagen e a quelli portati avanti dalla stessa casa spagnola, ci sarà sicuramente anche un'auto elettrica.

LA FUTURA LEON
La futura Leon, basata sul nuovo pianale della Golf VI prevista con propulsione ibrida ed elettrica, ne potrà riprendere le forme di propulsione. La IBe ha un motore elettrico da 75 kW e 200 Nm anteriore alimentato da una batteria agli ioni di litio che è alloggiata nella parte posteriore dalla capacità di 18 kWh, sufficienti a 130 km di autonomia. Per aumentare quest'ultima, il sistema può limitare la potenza a 50 kW e, in ogni caso, limita la velocità massima a 160 km/h. Ottima l'accelerazione con uno 0-100 km/h in 9,7 secondi anche per merito del peso di soli 1.100 kg grazie alla costruzione mista in acciaio e alluminio. Interessante anche il sistema telematico che gestisce comunicazione, divertimento, navigazione e naturalmente le funzioni legate alla mobilità elettrica interagendo con lo smartphone. Ripresa da Volvo e dalla Toyota Auris l'idea del "ponte" sospeso tra tunnel e plancia, mentre originali sono il selettore a pulsanti per la modalità di guida e la forma del pulsante dell'avviamento, posizionato al centro e di forma trapezoidale rovesciata.

GRANDE INDIVIDUALITA', FACILITA' DI AGGIORNAMENTO
Quali sono i vantaggi? I dati, contenuti nello smartphone personale, sono sempre aggiornati e completi ed è noto come utilizzarli. Tramite speciali "Apps" è possibile avvalersi delle più svariate funzioni quali, tra le altre, la navigazione o lo scarico di contenuti multimediali. Questo sistema è quindi sinonimo di massima personalizzazione e consente di aggiornare il proprio smartphone, e tutti i suoi contenuti a costi minimi.

IL DESIGN INTERNO
Aprendo le portiere, la straordinaria spaziosità degli interni di forte impatto della Seat IBE non potrà che sorprendere. Lo spazio offerto da questa sportiva compatta è stato ottimizzato facendone la vettura ideale per uno stile di vita dinamico e all'insegna della socialità: essa si presta ad ospitare due, tre o quattro persone, garantendo comunque comfort e abitabilità elevati anche nel vano posteriore. Un grande tetto apribile in vetro rende gli interni ancor più luminosi. "La IBE è l'idea di Seat per una futura vettura emozionale, ecologicamente responsabile e con costi di esercizio ridotti", spiega Luc Donckerwolke, Direttore del Design della Casa spagnola. "La IBE è la quintessenza del DNA della Seat: come gli esterni, anche gli interni puntano all'essenziale, con linee e configurazioni pulite e precise, tecnologia moderna e materiali tanto di pregio quanto ecologici".

PLANCIA SNELLA, QUASI SOSPESA
L'architettura chiara e orientata al guidatore è dominata dalla plancia rialzata, tanto da apparire quasi sospesa. Questa si trova al di sopra di una consolle estremamente stretta che la collega al tunnel centrale. Gli interni sono caratterizzati da una concezione minimalista, sia per poter sfruttare al meglio l'effettivo spazio utile, sia nell'ottica del contenimento del peso complessivo. Ne sono un esempio i sedili dal profilo sportivo: il rivestimento in materiale plastico della struttura la rende ancor più snella, ma l'imbottitura con schiuma high-tech, garantisce comunque un comfort di seduta ottimale. La confortevole atmosfera di spaziosità ottenuta grazie alla soluzione cromatica scelta, è sostenuta da un sapiente contrasto tra la base in colore chiaro "Ceramic White" e il "Charcoal Dark" della plancia e del rivestimento interno.

MINIMALISMO ED ESSENZIALITA'
Il grande display di fronte al guidatore trasmette informazioni quali velocità o stato di carica della batteria, consentendo inoltre di richiamare e utilizzare le funzioni dello "smartphone". Il display viene comandato su touch pads presenti sulle razze del volante. Ridotti all'essenziale sono anche gli altri elementi interni. Ad esempio, ai lati del display sono presenti bocchette di ventilazione indiretta, oppure le zone predisposte al controllo dell'illuminazione e della climatizzazione che si presentano in uno stile essenziale. Allo stesso modo è il selettore del cambio che grazie all'azionamento elettrico riporta solo i pulsanti P, R, N e D. Con altri tre tasti solamente si provvede all'azionamento del freno di stazionamento elettrico, alla funzione AutoHold e alla funzione E per l'attivazione della assistenza alla guida efficiente.

IL DESIGN ESTERNO
Forte e di carattere Anche il design degli esterni della concept car IBE lascia intravedere un futuro di successi per lo sviluppo del linguaggio stilistico della Seat. Proporzioni scultoree, forme essenziali, linee e superfici precise descrivono con un linguaggio formale, coerente e singolare, la peculiare identità della Marca. "La IBE ha in sé un DNA da cui attingere per le nostre future generazioni di veicoli", afferma Luc Donckerwolke, Direttore del Design. "Per molti aspetti descrive il linguaggio stilistico con cui ci proietteremo nel futuro, dimostrando come la Seat coniughi perfettamente piacere di guida e attenzione ai temi ecologici. Viaggiare in automobile sarà divertente anche nell'era elettrica, perlomeno a bordo di una Seat". A prima vista, la IBE entusiasma subito per l'aspetto imponente e le proporzioni classiche da vettura sportiva. Molto sportive sono anche le due portiere abbinate al cofano motore estremamente piatto e alla linea del tetto molto allungata posteriormente. Sulla vettura questi accorgimenti di design sono interpretati in modo unico, attraverso dimensioni compatte e ottimizzate per la mobilità nelle aree urbane. Il leggero sbalzo anteriore e la parte posteriore massiccia, che al contrario ne è praticamente priva, sottolineano ulteriormente, insieme agli pneumatici da 19", l'aspetto vigoroso e compatto.

DETTAGLI ACUTI E PRECISI
Per la presentazione al Salone di Parigi (2-17 ottobre), il Centro tecnico della Seat ha perfezionato la IBE in linea con la propria filosofia configurando una serie di particolari in modo ancor più caratteristico e preciso. Questo vale soprattutto per il frontale con i gruppi ottici tanto sottili quanto pronunciati, con tecnologia a LED, volti a sottolineare prepotentemente il caratteristico motivo a V. L'intero frontale è teso, a forma di freccia, e di conseguenza anche il cofano riprende il tema della V. Le prese d'aria nella parte inferiore del frontale sono state rese più evidenti, con gruppi ottici a LED dalla forma triangolare, che si ritrova poi anche negli specchietti retrovisori e nei gruppi ottici posteriori. Il logo Seat è presente nella parte anteriore su una superficie dalla forma trapezoidale. Il sistema di trazione alternativa ha consentito di ottenere una particolare coerenza nello sviluppo delle linee: poiché il motore elettrico e i dispositivi annessi occupano meno spazio, è stato possibile allungare il cofano e appiattirlo maggiormente, rispetto a quanto consentito da un motore tradizionale.

SPALLE LARGHE, RUOTE GRANDI
Le linee della fiancata della IBe mettono in risalto l'aspetto imponente: il tetto è molto teso posteriormente, il tettuccio in vetro, oscurato, crea un bel contrasto cromatico con il rosso intenso della carrozzeria. Le spalle larghe, le strette superfici in vetro, le fiancate sapientemente modellate e le grandi ruote con design a doppie razze bicolore, ottimizzate a livello aerodinamico, sottolineano la vocazione sportiva della vettura. Gli pneumatici da 175, hanno dimensioni decisamente modeste e, grazie alla bassa resistenza al rotolamento, rendono questa concept car elettrica estremamente efficiente. La linea della spalla, particolarmente marcata in corrispondenza degli alloggiamenti delle ruote posteriori, rafforza ulteriormente il design preciso. Con i suoi raggi piccoli, questa linea pone sfide particolari a chi la realizza ed è un'ulteriore dimostrazione dell'elevata competenza produttiva della Seat. Le sottili maniglie delle portiere si aprono con un dito. Nella fiancata destra si trova la spina per la ricarica elettrica. Il posteriore riprende le forme caratteristiche del frontale. I gruppi ottici sono divisi e vantano la tecnologia LED; essi riprendono, con la loro forma triangolare, l'"Arrow Design". L'intera vettura è squisitamente essenziale: la perfezione del design è anche questo. Ogni singola linea ha una funzione specifica e contribuisce a strutturare volume e superfici della vettura, dove la sapiente tensione del design ne evidenzia il carattere sportivo. L'essenzialità delle forme scelte, la coerente implementazione e la precisione di ogni dettaglio sono elementi imprescindibili della filosofia del design Seat, e sono destinati a esserlo ancora di più in futuro.

Galleria fotografica - Seat IBe Concept al Salone di Parigi 2010Galleria fotografica - Seat IBe Concept al Salone di Parigi 2010
  • Seat IBe Concept al Salone di Parigi 2010 - anteprima 1
  • Seat IBe Concept al Salone di Parigi 2010 - anteprima 2
  • Seat IBe Concept al Salone di Parigi 2010 - anteprima 3
  • Seat IBe Concept al Salone di Parigi 2010 - anteprima 4
  • Seat IBe Concept al Salone di Parigi 2010 - anteprima 5
  • Seat IBe Concept al Salone di Parigi 2010 - anteprima 6

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Prototipi e Concept , Seat , parigi , car design


Top