dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 4 ottobre 2010

Lotus Esprit

La supercar inglese arriva nel 2013 e mette in campo 620 CV. Costa 126.000 euro

Lotus Esprit
Galleria fotografica - Lotus Esprit al Salone di Parigi 2010Galleria fotografica - Lotus Esprit al Salone di Parigi 2010
  • Lotus Esprit al Salone di Parigi 2010 - anteprima 1
  • Lotus Esprit al Salone di Parigi 2010 - anteprima 2
  • Lotus Esprit al Salone di Parigi 2010 - anteprima 3
  • Lotus Esprit al Salone di Parigi 2010 - anteprima 4
  • Lotus Esprit al Salone di Parigi 2010 - anteprima 5
  • Lotus Esprit al Salone di Parigi 2010 - anteprima 6

La Lotus Esprit si svela al Salone di Parigi 2010 come portabandiera e punta di diamante della cosiddetta "nuova era Lotus" fatta di supercar esclusive, coupé performanti, sportive quattro porte e compatte ibride da città. Il ritorno di un nome glorioso come Esprit, sinonimo per oltre 20 anni di supercar inglese di fascino, significa per Lotus proporre una filante coupé da 620 CV che vuole tornare a battersi con i nomi più importanti del settore.

SUPERCAR CON CUORE TOYOTA
Nei grandi piani di Dany Bahar, CEO di Group Lotus, e della proprietà malese Proton la Lotus Esprit lancia la sfida a Ferrari 458 Italia, Lamborghini Gallardo, Porsche 911 GT2 RS, McLaren MP4-12C e le "nuove arrivate" Mercedes AMG SLS, Audi R8 5.2 V10 e Lexus LFA. Proprio dal costruttore nipponico arriva il motore V8 Toyota da 5 litri (il 2UR-GSE della Lexus IS-F), che sulla Esprit è addizionato di sovralimentazione e arriva a sviluppare ben 620 CV e 720 Nm di coppia.

MOTORE CENTRALE
Lo stile grintoso e moderno paga qualche tributo stilistico a Ferrari 458 Italia, McLaren MP4-12C e Lamborghini Gallardo, ma va comunque considerato il fatto che una sportiva GT a motore centrale obbliga tecnici e designer a scelte obbligate per quanto riguarda misure, proporzioni e forme. A livello tecnico la nuova Lotus Esprit si segnala per la disposizione centrale del propulsore V10, per la trazione posteriore, il cambio automatico doppia frizione a 7 marce e la presenza di due posti.

ANCHE IBRIDA, DA 126.000 EURO
Con un peso di 1.450 kg e la possibilità di avere il sistema ibrido KERS, la Lotus Esprit è capace di toccare i 330 km/h, di accelerare da 0 a 100 km/h in 3,4 secondi e di emettere circa 250 g/km di CO2 (con tecnologia ibrida). L'avvio produttivo è già fissato per la fine del 2012, mentre la commercializzazione parte nella primavera del 2013. Il prezzo indicato è di circa 110.000 sterline (quasi 126.000 euro al cambio attuale), una cifra che pone la Lotus Esprit ad un livello decisamente più basso rispetto alle avversarie dirette e anche al di sotto della Lamborghini Gallardo LP560-4, la più economica del lotto con i suoi 178.680 euro e i 560 CV di potenza.

Galleria fotografica - Lotus EspritGalleria fotografica - Lotus Esprit
  • Lotus Esprit - anteprima 1
  • Lotus Esprit - anteprima 2
  • Lotus Esprit - anteprima 3
  • Lotus Esprit - anteprima 4
  • Lotus Esprit - anteprima 5
  • Lotus Esprit - anteprima 6

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Lotus , parigi , car design


Top