dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 30 settembre 2010

Salone di Parigi: inizia qui la nuova era Lotus

Il programma per riportare il marchio nell'olimpo delle supercar

Salone di Parigi: inizia qui la nuova era Lotus
Galleria fotografica - La conferenza stampa Lotus al Salone di Parigi 2010Galleria fotografica - La conferenza stampa Lotus al Salone di Parigi 2010
  • La conferenza stampa Lotus al Salone di Parigi 2010 - anteprima 1
  • La conferenza stampa Lotus al Salone di Parigi 2010 - anteprima 2
  • La conferenza stampa Lotus al Salone di Parigi 2010 - anteprima 3
  • La conferenza stampa Lotus al Salone di Parigi 2010 - anteprima 4
  • La conferenza stampa Lotus al Salone di Parigi 2010 - anteprima 5
  • La conferenza stampa Lotus al Salone di Parigi 2010 - anteprima 6

Una conferenza stampa affollatissima, con giornalisti e addetti ai lavori accalcati una sopra l'altro per cercare di vedere, fotografare o filmare qualcosa sullo stand. Una ressa d'altri tempi e soprattutto d'altri marchi automobilistici, perchè vi stiamo parlando di Lotus, un costruttore che fino a poche ore fa era universalmente considerato di nicchia, per amatori del genere "sportive pure e dure". Oggi al Salone di Parigi (2-17 ottobre) la musica è ufficialmente cambiata. Per Lotus è iniziata una "nuova era". E per capire cosa c'è dietro questo slogan ad effetto, bisogna vedere cos'è stato presentato sullo stand...

POKER + 1
Esprit, Elan, Elite, Elise e ancora Eterne. Una batteria di novità, di world premier come si dice in gergo, svelate tutte insieme a pochi secondi l'una dall'altra. Nella storia moderna dell'industria automobilistica non si era mai vista una cosa del genere: un'intera gamma di automobili, per giunta sportive, con taglie crescenti di potenza ed esclusività. Non sono pronte per essere commercializzate domani, ma arriveranno sul mercato di qui al 2015, una all'anno, secondo una roadmap incredibilmente ambiziosa. E di loro oggi sono state anticipate le caratteristiche tecniche di base oltre che il design, che inaugura ufficialmente il nuovo corso stilistico del marchio.

ESPRIT
E' la prima sportiva introdotta dal CEO di Lotus, Dany Bahar, tanto emozionato quanto sorridente per la grande occasione. "La Esprit tornerà ad essere l'icona del marchio ed entrerà nell'olimpo delle supercar". Sotto il cofano è previsto un 5.0 litri V8 da 620 CV, che secondo le promesse del costrutture dovrebbe regalare prestazioni degne di Lamborghini o Ferrari: 330 km/h di velocità massima e 3,4 secondi di tempo per accelerare da 0 a 100 km/h. Questa supercar dovrebbe entrare in produzione alla fine del 2012 per scendere sul strada all'inizio dell'anno successivo.

ELAN
Altro telo, altro ritorno ad un nome storico. La seconda nuova Lotus svelata a Parigi è l'Elan che si collocherà dall'autunno 2013 un gradino sotto l'Esprit. Sotto il cofano c'è un motore V6 di 4,0 capace di 450 CV governati da un cambio doppia frizione a sette rapporti. E anche in questo caso le prestazioni dichiarate sono da urlo: 310 km/h e un tempo di accelerazione di 3,5 secondi da 0 a 100 km/h.

ELITE
Questa Lotus, definita "la nuova espressione del motorismo inglese" era già stata anticipata qualche giorno fa. Dal 2014 sarà spinta come l'Esprit da un 5.0 litri V8 da 620 . La vocazione in questo caso è più da granturismo e "penalizza" le prestazioni: 315 km/h di velocità massima e 3,7 secondi per lo scatto 0-100.

ELISE
Quarta è ultima carta scoperta a Parigi è l'erede della mitica Elise. Arriverà nel 2015 e sarà completamente rivoluzionata nello stile, pur rimanendo fedele all'impostazione attuale di sportiva essenziale. Per lei sotto il cofano è stato previsto un 4 cilindri di 2 litri turbocompresso per 320 CV di potenza. Le prestazioni? 270 km/h di velocità massima e 4,3 secondi di tempo per scattare da 0 a 100 km/h.

E PURE ETERNE
Non poteva mancare una concept car, intesa come essercizio stilistico. L'han chiamata Eterne e si tratta di una sportiva quattro porte. Anche lei può idealmente contare su 620 CV di potenza e potrebbe arrivare nel 2015.

SARA' VERO?
Lo stupore di fronte ad un programma di crescita così ambizioso è inevitabile, come pure lo scetticismo nei confronti di un costruttore che si rilancia quasi dal nulla. Il quasi è d'obbligo in considerazione della campagna acquisti manageriale messa in atto negli ultimi mesi, che ha portato in Lotus pezzi da novanta del motorismo, come Cladio Berro, Donato Coco, Dany Bahar, tutti ex Ferrari. Per non parlare di nomi meno noti proveniente da altri Gruppi automobilistici. E poi ci sono le risorse finanziarie dell Gruppo malese Proton e i motori di origine Toyota. Tutti assi nella manica indiscutibili. Vedremo se saranno sufficienti per raggiungere l'obiettivo di vendita di 8.500 auto previsto entro il 2015...

Galleria fotografica - Lotus EterneGalleria fotografica - Lotus Eterne
  • Lotus Eterne - anteprima 1
  • Lotus Eterne - anteprima 2
  • Lotus Eterne - anteprima 3
  • Lotus Eterne - anteprima 4
  • Lotus Eterne - anteprima 5
Galleria fotografica - Lotus EliseGalleria fotografica - Lotus Elise
  • Lotus Elise - anteprima 1
  • Lotus Elise - anteprima 2
  • Lotus Elise - anteprima 3
  • Lotus Elise - anteprima 4
  • Lotus Elise - anteprima 5
  • Lotus Elise - anteprima 6
Galleria fotografica - Lotus ElanGalleria fotografica - Lotus Elan
  • Lotus Elan - anteprima 1
  • Lotus Elan - anteprima 2
  • Lotus Elan - anteprima 3
  • Lotus Elan - anteprima 4
  • Lotus Elan - anteprima 5
  • Lotus Elan - anteprima 6
Galleria fotografica - Lotus EspritGalleria fotografica - Lotus Esprit
  • Lotus Esprit - anteprima 1
  • Lotus Esprit - anteprima 2
  • Lotus Esprit - anteprima 3
  • Lotus Esprit - anteprima 4
  • Lotus Esprit - anteprima 5
  • Lotus Esprit - anteprima 6

Autore: Redazione

Tag: Anticipazioni , Lotus , parigi


Top