dalla Home

Novità

pubblicato il 29 settembre 2010

Nuova Volkswagen Passat

A Parigi la settima evoluzione, berlina e Station Wagon

Nuova Volkswagen Passat
Galleria fotografica - Nuova Volkswagen PassatGalleria fotografica - Nuova Volkswagen Passat
  • Nuova Volkswagen Passat - anteprima 1
  • Nuova Volkswagen Passat - anteprima 2
  • Nuova Volkswagen Passat - anteprima 3
  • Nuova Volkswagen Passat - anteprima 4
  • Nuova Volkswagen Passat - anteprima 5
  • Nuova Volkswagen Passat - anteprima 6

Presentata nel 1973 ha totalizzato oltre 15 milioni di esemplari e oggi si vende in più di 100 paesi in tutto il mondo. E, nonostante i già grandiosi risultati che presto faranno meglio dello stesso Maggiolino, la Volkswagen Passat affronta il mercato con l'ultima generazione, la settima, che si svela ufficialmente sul palcoscenico del Salone di Parigi (2-17 ottobre). La nuova versione della berlina di Wolfsburg continua il trend delle edizioni precedenti, in particolare la quinta e la settima, verso un continuo miglioramento dei contenuti in chiave qualitativa. Da una semplice berlina (o station wagon) da famiglia di grande diffusione verso i connotati di un'auto con una forte personalità distintiva e caratteristiche che strizzano l'occhio ai clienti delle vetture più squisitamente Premium. La nuova Passat ha un design rinnovato e, senza abbandonare la sua classe di prezzo, si presenta con maggiore qualità, maggiore comfort, maggiore dotazione tecnologica, maggiore sicurezza.

TRENDLINE, CONFORTLINE E HIGHLINE, 10 MOTORI
La suddivisione degli allestimenti resta immutata ma, nel contesto di ogni pacchetto, ci sono interessanti novità. Come ad esempio nel caso delle versioni Turbodiesel in allestimento Trendline: sono equipaggiate, di serie, con sistema start-stop e dispositivo di auto-ricarica della batteria (quest'ultimo presente su tutte le motorizzazioni a benzina). Tutti i propulsori che equipaggiano la nuova Passat sono più efficienti, con un indice di miglioramento delle prestazioni (in termini di consumi ed emissioni) che arriva al 18%. Sono disponibili, al lancio, 10 motorizzazioni. Dal lato dei benzina si parte dal 1.4 TSI BlueMotion con 122 CV (5,8 l/100 km, 138 g/Co2) mentre nel comparto dei Diesel ecco il 1.6 TDI da 105 CV e 250 Nm: dichiara appena 4,2 litri/100 km di consumo nel ciclo medio e 109 g/km di Co2 di emissione.

MAGGIORE SICUREZZA
La precedente generazione poteva già contare sulle 5 stelle Euro NCap. Tra i nuovi capitolati di sicurezza che esprime la nuova Volkswagen Passat ci sono un evoluto cruise control integrato da un sistema di frenata di emergenza che reagisce in totale autonomia a velocità inferiori a 30 km/h scongiurando il pericolo di impatti frontali. E' inoltre disponibile un dispositivo che monitora il grado di attenzione del pilota e, in caso di perdita di concentrazione dato dalla stanchezza, richiama l'attenzione con un segnale acustico e un messaggio che appare sulla strumentazione. Non mancano le luci adattive in curva (Dynamic Light Assist), offerte in combinazione con i fari bi-Xenon. Una telecamera piazzata anteriormente riconosce le fonti luminose provenienti da altre auto gestendo automaticamente abbaglianti e anabbaglianti. Una versione più semplice, il Light Assist, è disponibile con i fari alogeni di serie. Durante la marcia la Passat migliora la "buona guida" del conducente. I nuovi ritrovati tecnologici vanno dal differenziale elettronico XDS (introdotto per la prima volta sulla Golf GTI), al Lane Assist (aiuta a mantenere la giusta posizione in carreggiata) e al Side Assist (che protegge dall'angolo morto attraverso segnali luminosi provenienti dagli specchi laterali). E' infine da segnalare il sensore di pressione dei pneumatici che avvisa in caso di pericolosa perdita di pressione di gonfiaggio da parte di una qualsiasi delle gomme.

SEMPLIFICARE L'UTILIZZO QUOTIDIANO
L'uso dell'auto deve essere piacevole, meglio se integrato da piccoli accorgimenti che ne aumentano l'efficienza. La nuova Passat pensa anche a questo. Nel caso della versione berlina, se equipaggiata con sistema Keyless Access (già dotato di chiusura automatica delle porte e sistema di accensione automatico), un segnalatore di prossimità riconosce l'avvicinamento da dietro: sblocca e apre automaticamente il baule posteriore (una funzione particolarmente utile nel caso ci si avvicini all'auto con entrambe le mani occupate da pesanti sacchetti della spesa). Non mancano il navigatore satellitare RNS 510 che analizza i cartelli con limite di velocità e riporta il dato sul visore sulla plancia o il sistema di aiuto parcheggio Park Assist II che aiuta a parcheggiare in modo parallelo e perpendicolare rispetto alla strada.

La nuova Passat sarà sul mercato già nel mese di novembre.

Galleria fotografica - Nuova Volkswagen Passat VariantGalleria fotografica - Nuova Volkswagen Passat Variant
  • Nuova Volkswagen Passat Variant - anteprima 1
  • Nuova Volkswagen Passat Variant - anteprima 2
  • Nuova Volkswagen Passat Variant - anteprima 3
  • Nuova Volkswagen Passat Variant - anteprima 4
  • Nuova Volkswagen Passat Variant - anteprima 5
  • Nuova Volkswagen Passat Variant - anteprima 6
Galleria fotografica - Nuova Volkswagen Passat al Salone di Parigi 2010Galleria fotografica - Nuova Volkswagen Passat al Salone di Parigi 2010
  • Nuova Volkswagen Passat al Salone di Parigi 2010 - anteprima 1
  • Nuova Volkswagen Passat al Salone di Parigi 2010 - anteprima 2
  • Nuova Volkswagen Passat al Salone di Parigi 2010 - anteprima 3
  • Nuova Volkswagen Passat al Salone di Parigi 2010 - anteprima 4
  • Nuova Volkswagen Passat al Salone di Parigi 2010 - anteprima 5
  • Nuova Volkswagen Passat al Salone di Parigi 2010 - anteprima 6

Scegli Versione

Autore: Alvise Marco Seno

Tag: Novità , Volkswagen , auto europee , parigi


Top