dalla Home

Mercato

pubblicato il 27 settembre 2010

La Ferrari non sarà quotata in Borsa, per ora

Marchionne smentisce l'ipotesi di sfruttare la Casa di Maranello per fare cassa

La Ferrari non sarà quotata in Borsa, per ora

Quotare in borsa la Ferrari per fare cassa e finanziare l'acquisto del 51% di Chrysler. E' questa l'indiscrezione di stampa pubblicata ieri dal Corriere della Sera, ma smentita oggi stesso da Sergio Marchionne. Il numero uno del Lingotto, a margine dell'Assemblea annuale dell'Anfia, ha infatti dichiarato ai giornalisti che Fiat "non ha in questo momento in vista la quotazione di Ferrari", anche se - ha aggiunto - "l'azienda valuta tutto".

L'entrata in borsa della Casa di Maranello era già stato esclusa da Marchionne meno di due settimana in occasione dell'assemblea degli azionisti che ha approvato lo spin-off dell'auto. In quell'occasione circa l'ipotesi di quotazione Marchionne dichiarò "Non la sto preparando e non ho progetti in merito, ma da qui al 2014 non escludo nulla".

Ai microfoni dei giornalisti, Marchionne ha anche risposto alle voci di interesse di Daimler per la neonata Fiat Indutrial "I colloqui li facciamo con tutti quanti i produttori di camion e motori. Non ho niente da annunciare rispetto a quanto abbiamo detto nel nostro comunicato stampa".

Autore: Redazione

Tag: Mercato , Ferrari


Top