dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 21 settembre 2010

Peugeot EX1

Quando la propulsione elettrica è da record

Peugeot EX1
Galleria fotografica - Peugeot EX1Galleria fotografica - Peugeot EX1
  • Peugeot EX1 - anteprima 1
  • Peugeot EX1 - anteprima 2
  • Peugeot EX1 - anteprima 3
  • Peugeot EX1 - anteprima 4
  • Peugeot EX1 - anteprima 5
  • Peugeot EX1 - anteprima 6

Appena nata ha già battuto sei record: sarà anche un concept, eppure la Peugeot EX1 nel giorno stesso della sua presentazione ha già dimostrato di poter essere un mezzo molto concreto. Il prototipo elettrico con il quale il Gruppo PSA celebra il bicentenario del Leone ha battuto infatti sul circuito di Monthlery tre record mondiali di accelerazione con partenza da fermo: 1/4 di miglio in 14"40 a 62,4 mph, 500 metri in 16"81 a 107 km/h, 1000 metri in 28"16 a 127,8 km/h. Tre risultati che devono essere ancora omologati dalla FIA, a cui si aggiungono altri tre record inediti in questa categoria: 1/8 di miglio in 8"89 a 50,61 mph, 1/2 miglio in 23"85 a 75,46 mph, 1 miglio in 41"09 a 87,6 mph con al volante Nicolas Vanier, esploratore e cineasta transalpino. Quanto basta per capire che questa "dream car", né roadster né auto tout court, è un mezzo interessante e non solo dal punto di vista velocistico.

COL CASCO E SENZA
A cominciare dall'architettura originale di questa roadster biposto larga 1,77 metri e alta appena 90 centimentri, larga come un'automobile davanti ma stretta la metà dietro con quelle due ruote ravvicinate che riprendono i concetti già espressi da Peugeot su due concept car del passato: la Asphalte del 1996 e le due 20Cup del 2005. La struttura monoscocca del telaio è realizzata in fibra di carbonio, mentre le sospensioni anteriori sono a doppi triangoli con perno disaccoppiato. Il retrotreno invece è costituito da un unico braccio collegato a un gruppo molla-ammortizzatore, collocato in posizione centrale coricata. Tocco di ulteriore originalità della EX1, le portiere controvento, attraverso le quali accedono guidatore e passeggero, protetti della cellula in carbonio, che risale sopra la loro testa a sufficienza quel tanto che basta a formare una centina di sicurezza. Il deflettore anteriore permette di guidare senza casco, ma per la guida in circuito l'azienda Ruby ha collaborato con lo Stile Peugeot per costruire due caschi specifici. La carrozzeria evidenzia in generale i nuovi codici stilistici Peugeot, già intravisti sulla concept SR1, ma con altri tocchi mutuati da RCZ e BB1.

4WD ELETTRICA
Sulla Peugeot EX1 ognuno dei due assali ha un proprio motore elettrico (quindi la trazione è integrale) con una potenza di picco di 125 kW per 340 CV in totale e una coppia massima costante e immediatamente disponibile di 240 Nm sia all'anteriore che al posteriore. Il pilota si distende invece in una posizione di guida che esalta le sensazioni di guida, manovrando la EX1 attraverso un volante a cloche che evoca il mondo dell'aviazione o dei videogames. Il futuro dopo la iOn potrebbe essere questo.

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Peugeot , record


Top