dalla Home

Mercato

pubblicato il 21 settembre 2010

Rolls-Royce prepara una sorella per la Ghost

La piccola sarà affiancata probabilmente da una coupé. Intanto è boom di vendite

Rolls-Royce prepara una sorella per la Ghost
Galleria fotografica - Rolls-Royce Ghost Galleria fotografica - Rolls-Royce Ghost
  • Rolls-Royce Ghost  - anteprima 1
  • Rolls-Royce Ghost  - anteprima 2
  • Rolls-Royce Ghost  - anteprima 3
  • Rolls-Royce Ghost  - anteprima 4
  • Rolls-Royce Ghost  - anteprima 5
  • Rolls-Royce Ghost  - anteprima 6

Rolls-Royce affiancherà presto la Ghost con un altro modello completando così la parte bassa della sua gamma e potenziando ulteriormente le vendite che stanno avendo un vero boom, soprattutto in Oriente tanto che la Cina alla fine di quest'anno diventerà il secondo mercato per lo Spirito dell'Estasi superando il Regno Unito. Quale sarà questo nuovo modello e quando lo vedremo, è presto per dirlo, ma tutto fa pensare che si tratti di una coupé per andare a dare fastidio alla Bentley Continental GT dopo aver messo i bastoni tra le ruote alla Flying Spur proprio con la Ghost. Di sicuro - come ha dichiarato Torsten Mueller-Oetvoes, amministratore delegato di Rolls-Royce, all'agenzia Bloomberg - "C'è ancora tanto potenziale nel mercato", soprattutto per una linea di prodotti meno formali della tradizione quale è la Ghost e soprattutto quando hai alle spalle un costruttore come BMW.

Di sicuro la scommessa della baby è già un successo e il cumulato delle vendite del marchio in agosto è arrivato a 1.467 auto, nuovo record, che fa prevedere di sfondare il tetto delle 2mila unità alla fine del 2010 raddoppiando le 2.002 raggiunte nel 2009. Questo senza spingere e mantenendo il carattere esclusivo del marchio: "Non finiremo assolutamente per produrre decine di migliaia di auto - ha aggiunto Mueller-Oetvoes - Non è la strategia giusta per noi. Rolls-Royce ha bisogno di rimanere molto esclusiva. Noi costruiamo una vettura solo se per essa c'è dietro un cliente". E di clienti sembrano essercene molti, tanto che la produzione giornaliera a Goodwood procede al ritmo di 12 Ghost e 3 Phantom per il cui abitacolo ci vogliono 50 metri quadri di pelle e 17 ore di lavoro. Dunque un passo notevole per una casa che utilizza ancora metodi artigianali, tanto che solo per questo processo ci vogliono 130 persone e i clienti hanno sempre richieste particolari.

Per andargli incontro, la Rolls-Royce sta preparando per il prossimo anno un reparto che si occuperà della personalizzazione del cestino da picnic con personalizzazioni che vanno dal tappetino per il cane, agli emblemi con diamanti incastonati e radica di legno ricavata da un albero specifico. Uno scherzo che costerà almeno 15mila euro al cliente voglioso di respirare fino in fondo l'aria di Vecchia Inghilterra quando viaggia guardando lo Spirito dell'Estasi che si erge all'estremità del cofano. Di persone di questo genere nel mondo sembra che ve ne siano sempre di più.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , Rolls-Royce , produzione


Top