dalla Home

Tecnica

pubblicato il 1 febbraio 2006

Sarà diesel l'ibrido PSA

Sarà diesel l'ibrido PSA
Galleria fotografica - PSA Ibrido HDIGalleria fotografica - PSA Ibrido HDI
  • PSA Ibrido HDI - anteprima 1
  • PSA Ibrido HDI - anteprima 2
  • PSA Ibrido HDI - anteprima 3
  • PSA Ibrido HDI - anteprima 4
  • PSA Ibrido HDI - anteprima 5
  • PSA Ibrido HDI - anteprima 6

Saranno le due medie di casa, la Peugeot 307 e la Citroen C4 , ad inaugurare la corsa all'ibrido del gruppo PSA.

La tecnologia Ibrido HDi propone una interpretazione del concetto di ibrido che associa al motore diesel, un motore elettrico, un invertitore, delle batterie ad alta tensione e un'elettronica di controllo dedicata.
Il propulsore scelto è il noto HDi 1,6 litri con filtro antiparticolato FAP e sistema Stop & Start (STT) mentre la trasmissione è assicurata da un cambio manuale robotizzato.

L'integrazione con il sistema STT permette ai veicoli Ibridi HDi, anche quando il gruppo batterie ad alta tensione è completamente scarico, di partire e muoversi ricorrendo solo al motore termico, a differenza di altri sistemi ibridi, in cui questa eventualità comporta una totale immobilizzazione del veicolo.

I consumi sono ovviamente ottimi, si parla di soli 3,4 litri di gasolio per 100 km, con emissioni di CO2 pari di 90 grammi al km. Il guadagno ottenuto, facendo un raffronto con un ibrido con motore a benzina è di 1 litro per 100 km nel ciclo misto, pari a quasi il 25 %.

Tra le caratteristiche del sistema troviamo il recupero dell'energia cinetica durante le fasi di decelerazione o di frenata, la possibilità di un utilizzo al 100 % elettrico, senza alcuna emissione inquinante o acustica (modalità ZEV), per velocità urbane fino a 50 km/h ed una modalità ZEV « estesa » che, in base allo stato di carica delle batterie, favorirà in via prioritaria l'utilizzo dell'energia elettrica.

Se dal punto di vista tecnico il progetto appare estremamente interessante, purtroppo le reali possibilità di commercializzazione a breve termine non sono altrettanto esaltanti. Come dichiarato dal gruppo PSA, Peugeot e Citroen potrebbero lanciare sul mercato i primi veicoli Ibridi HDi solamente nel 2010. Pochi anni per improntare un piano industriale adeguato, in realtà un tempo lunghissimo nel quale la tecnologia farà sicuramente tali passi avanti con il rischio di rendere obsoleta questa nuovissima tecnologia nel giro di poco tempo.

Autore: Matteo Ortalda

Tag: Tecnica


Top