dalla Home

Test

pubblicato il 14 settembre 2010

Peugeot iOn, guidare senza rumore

Su strada l'elettrica del Leone, a noleggio da fine anno, è docile, stabile e silenziosa

Peugeot iOn, guidare senza rumore
Galleria fotografica - Peugeot iOnGalleria fotografica - Peugeot iOn
  • Peugeot iOn - anteprima 1
  • Peugeot iOn - anteprima 2
  • Peugeot iOn - anteprima 3
  • Peugeot iOn - anteprima 4
  • Peugeot iOn - anteprima 5
  • Peugeot iOn - anteprima 6

Ready e silenzio. Una spia verde e la totale assenza di rumore è il modo con la quale la Peugeot iOn saluta il proprio guidatore non appena si gira la chiave. Proprio come su un'auto normale. Il confronto con la sorella Mitsubishi i-MiEV è inevitabile e la iOn mostra una maggiore attenzione nei materiali e nei colori senza mutare l'impostazione dell'abitacolo, davvero accogliente in rapporto alle dimensioni esterne.

DOCILE E SILENZIOSA
Sulla finta leva del cambio - che è in realtà un selettore di modalità di marcia perché un cambio meccanico le elettriche non ce l'hanno - manca la posizione B che consente un maggiore recupero di energia in frenata, situazione che sulla francese è affidato totalmente all'elettronica. In D e sollevato il piede del freno la leoncina elettrica si muove lentamente come farebbe una normale auto con il cambio automatico, accarezzando l'acceleratore parte morbida e premendo un po' di più fornisce un'accelerazione facile, leggera e prodigiosamente silenziosa. Ma è in ripresa dalla andature medio basse che la iOn sorprende per vigore grazie alla sua coppia di 180 Nm da 0 a 2.000 giri/min e il passaggio 30-60 km/h viene chiuso in 3,5 secondi, un tempo impossibile persino per la 207 1.6 THP da 150 CV con il cambio in terza. I 47 kW (64 CV) da 3.500 a 8.000 giri/min, lo 0-100 km/h in 15,9 secondi e i 130 km/h sono dati poco indicativi e che dicono poco delle sensazioni che la guida elettrica fornisce.

UNA BUONA AUTONOMIA
Ci sono però anche le ansie e guidata senza ritegno, il computer di bordo fornisce autonomie a doppia cifra, decisamente meno dei 150 km promessi anche se la Peugeot è estremamente sincera nel dire che basta il climatizzatore per ridurre del 25% il raggio d'azione della iOn, in inverno il climatizzatore automatico (tra l'altro, molto silenzioso ed efficace) e il lunotto termico possono tagliarlo fino al 45%. E il fatto che viaggiando a 115 km/h l'autonomia sia di 75 km/h fa capire che il terreno di elezione della elettrica franco-nipponica è la città dove sfoggia visibilità ottima con una maneggevolezza e un diametro di sterzata da record, di soli 9 metri tra i muri. Bisogna solo abituarsi al freno motore e sfruttarlo per ricaricare la batteria e ci si ritroverà ad adottare uno stile di guida più fluido e rilassante. Intendiamoci: lo scatto sotto il pedale c'è sempre e in velocità se la cava bene per i fruscii e ronzii, dove appare migliorata rispetto alla i-MiEV, ma non è questo il suo terreno.

UNA NUOVA SENSAZIONE DI "STABILITA'"
Rispetto alla capostipite del Sol Levante da noi provata, la iOn ha inoltre uno sterzo e un pedale del freno che offrono sensazioni più sincere, inoltre le sospensioni meglio tarate, sia nell'assorbire lo sconnesso, sia in appoggio dove l'altezza del corpo vettura si fa sentire, ma viene scaricato su un sano sottosterzo, senza mai creare sensazioni e situazioni di insicurezza, inoltre il controllo di stabilità elettronico applicato al motore elettrico è assai preciso e breve negli interventi tagliando la potenza alle ruote posteriori solo per brevi istanti nei quali anche le pinzate dei freni appaiono come un insopportabile fracasso. Anche queste sono le prodigiose novità delle auto elettriche.

Scheda Versione

Peugeot iOn
Nome
iOn
Anno
2011
Tipo
Normale
Segmento
citycar
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
elettrica
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Test , Peugeot


Listino Peugeot iOn

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
Active posteriore elettrico 67 0 4 € 27.151

LISTINO

 

Top