dalla Home

Mercato

pubblicato il 13 settembre 2010

Il Gruppo Fiat investe ancora in Serbia

Il primo ministro Mladjan Dinkic ha parlato di altri 800-944 milioni di euro

Il Gruppo Fiat investe ancora in Serbia

Il Gruppo Fiat investirà in Serbia altri 800/944 milioni di euro. A dirlo è stato il primo ministro Mladjan Dinkic citato dal quotidiano serbo Novosti su cui si legge oggi che Torino avrebbe deciso di rafforzare ulteriormente i suoi investimenti nei Balcani nel corso dei prossimi due anni. Da parte del costruttore non c'è stata alcuna smentita né conferma, ma solo notizie ufficiali circa la sua partecipazione all'ormai prossimo Salone di Parigi (2-17 ottobre).

In base alle indiscrezioni la cifra servirebbe al costruttore per mettere in produzione un nuovo modello che dovrebbe essere presentato al Salone di Ginevra nel 2012, ma non è chiaro se questo avrà delle ripercussioni sulla divisione del lavoro negli stabilimenti italiani. Di certo c'è che il nostro Paese ha "perso" la L0, ovvero la monovolume prevista in due versioni che sostituirà la Fiat Multipla, l'Idea e la Lancia Musa, perché verrà prodotta nella fabbrica serba di Kragujevac (con un investimento da un miliardo di euro finanziato per 400 milioni dalla Bei). Ad annunciarlo era stato l'amministratore delegato del Gruppo Fiat Sergio Marchionne che, intervistato da La Repubblica, aveva detto chiaramente che "se non ci fosse stato il problema Pomigliano" (si pensi ai dissidi con i sindacati) sarebbe stata prodotta in Italia.

Autore:

Tag: Mercato , produzione


Top