dalla Home

Test

pubblicato il 10 settembre 2010

Su strada con la Nissan Micra, quella razionale


Un’utilitaria di sostanza economica ed ecologica, ma le manca un po' di personalità

Su strada con la Nissan Micra, quella razionale

Galleria fotografica - Nuova Nissan Micra 1.2 80 CV TeknaGalleria fotografica - Nuova Nissan Micra 1.2 80 CV Tekna
  • Nuova Nissan Micra 1.2 80 CV Tekna - anteprima 1
  • Nuova Nissan Micra 1.2 80 CV Tekna - anteprima 2
  • Nuova Nissan Micra 1.2 80 CV Tekna - anteprima 3
  • Nuova Nissan Micra 1.2 80 CV Tekna - anteprima 4
  • Nuova Nissan Micra 1.2 80 CV Tekna - anteprima 5
  • Nuova Nissan Micra 1.2 80 CV Tekna - anteprima 6

C'era una volta la Nissan Micra rotonda, simpatica e comunque funzionale; era l'utilitaria giapponese più amata dagli italiani negli anni '90. C'era (ancora) una volta la Micra stilisticamente dirompente che non si poteva confondere con nessun altra auto in circolazione e che piaceva soprattutto al pubblico femminile. Oggi, dopo 18 anni la Micra c'è sempre - ma la terza generazione che si appresta a debuttare in Europa , è completamente diversa: più grande, moderna e sicura, ma anche molto più razionale. Forse un pò troppo.

PER PIACERE A TUTTI
Ci dicono che la prima Micra ha conquistato gli italiani e più i generali gli europei perchè era all'avanguardia in fatto di contenuti tecnici e abbinava uno stile riuscito a un'indiscutibile praticità. E che la Micra di seconda generazione - quella dirompente - ha avuto un buon successo, ma è stata acquistata soprattutto dalle donne e non è piaciuta a parte dei clienti della prima generazione che l'hanno giudicata troppo trasgressiva. Per la nuova Micra, Nissan ha dichiaratamente perseguito un altro obiettivo: progettare un'auto di segmento B da vendere in 160 paesi del mondo; un'auto pratica, agile e confortevole ma anche economica ed ecologica, adatta per uomini, donne, giovani, adulti o famiglie. In fatto di design bisognava trovare un compromesso perchè l'auto fosse gradita a tutti, anche correndo il rischio, inevitabile, di non entusiasmare nessuno in particolare.

MIX GENERAZIONALE
Ecco spiegato perchè la nuova Micra non è un'auto che ti fa girare la testa. Intendiamoci, è carina, proporzionata, ma si confonde facilmente nel mare magnum delle utilitarie che popolano le nostre città. Il frontale affusolato, nelle rotondità ricorda vagamente la prima Micra, mentre il posteriore è più un incrocio fra la prima e la seconda serie (ma parliamo di accenni, come i fanali un pò inclinati). Più marcata è l'ispirazione stilistica del profilo dell'auto caratterizzato dalla forma arcuata del tetto che segnala anche una certa cura aerodinamica (CX 0,33). Sulla carta, rispetto alla generazione precedente, questa Micra è leggermente più grande per via della nuova piattaforma che porta la lunghezza a 3.780 mm (+61 mm) e il passo a passo 2.450 mm (+20 mm) mentre diminuisce di 10 mm l'altezza (1.520 mm). Ma le nuove misure non snaturano la filosofia di utilitaria tascabile e difatti la nuova Micra è più compatta della media del segmento.

BLLLOLLE MILLE BOLLE MICRA
Laddove i designer sono riusciti ad esprimere meglio la loro creatività è negli interni, caratterizzati da uno stile giovanile e allegro. Il tema stilistico è quello delle "bolle", ovvero un gioco di elementi di forma circolare o sferica che domina la plancia, dalla bocchette di areazione, allo sportello del cassetto portaoggetti. L'abitacolo è fatto bene con plastiche robuste e ben assemblate. Si poteva fare qualcosa in più in tema di qualità percepita rendendo i materiali morbidi al tatto, ma non v'è dubbio che la sostanza c'è e che tutte le componenti sono progettate per durare negli anni senza scricchiolii. Davanti si sta comodi e pure dietro riescono a prender posto due adulti o tre persone con una nota positiva per lo spazio per la testa superiore alla media grazie alla particolare conformazione del padiglione. E di spazio ce n'è abbastanza pure per i bagagli: 265 litri o 511 se si asporta la cappelliera.

SI GUIDA FACILE
Uno dei presupposti fondamentali di un'auto progettata per essere "razionale" è quello di essere facile da guidare. La nuova Micra non fa eccezione: quando entri ti senti a tuo agio dopo poche regolazioni di sedile e volante (seppur quest'ultimo si regoli solo in altezza) e trovi tutti i comandi dove te li immagini a parte la chiave di accensione che non c'è perchè il motore si avvia spingendo il pulsante START/STOP (optional). Anche in marcia il feeling è subito positivo grazie allo sterzo pronto e diretto al punto giusto, ma altrettanto pratico in manovra con un raggio di sterzata ai vertici della categoria. E sempre in manovra si apprezza la vetratura ampia oltreché di forma regolare che favorisce non poco la visibilità e la percezione degli ingombri.

L'EDUCAZIONE PRIMA DI TUTTO
Una chicca da segnalare: quando si entra in auto il display del trip computer della Micra ti da il benvenuto con un "CIAO!". Quando scendi ti saluta e se lo programmi ti fa anche gli auguri il giorno del tuo compleanno. Lo stesso display serve per riprodurre le indicazione del Parking Slot Measurement (optional a 500 euro). Si tratta di un sistema di assistenza al parcheggio che sotto i 25 km/h di velocità verifica lo spazio a disposizione tra le auto a bordo strada e avverte il conducente se c'è spazio per la Micra, con livelli di tolleranza personalizzabili su principiante, intermedio ed esperto. Il problema è che ne manca un quarto: "parcheggio all'italiana" con tecniche variabili da città a città...

CUORE PICCOLO, MA EFFICIENTE
Sotto il cofano della Micra batte un nuovo 3 cilindri di 1,2 litri 12 valvole. Si tratta del nuovo propulsore "globale" della Nissan, che nella sua configurazione di base eroga 80 CV (59 kW). Un valore di potenza che con la complicità della massa contenuta della vettura, spinge la nuova Micra con un brio adeguato (la Casa dichiara un accelerazione da 0 a 100 km/h in 13,7 secondi e 170 km/h di velocità massima), ma soprattutto assicurando emissioni inquinanti e consumi di carburante estremamente contenuti: parliamo di 115 g/km di CO2, un primato per le auto a benzina di questo segmento, e di 5 litri di benzina richiesti ogni 100 km percorsi nel ciclo combinato (e farà ancora meglio un evoluzione del motore ad iniezione diretta sovralimentata prevista per il 2011). Il cambio manuale a 5 rapporti è diretto e ben spaziato; sull'esemplare da noi provato ha peccato solo di qualche contrasto fra la terza e la quarta marcia. Com'è di rigore in Casa Nissan, per coloro che non vogliono affaticare braccio e piede negli stop&go urbani, è prevista una trasmissione automatica CVT, optional a 1.000 euro.

COSTA MENO
La nuova Nissan Micra costa sensibilmente meno della serie attuale. Il prezzo di attacco a parità di potenza e allestimento passa da 11.650 a 10.950 euro, senza considerare la dotazione superiore. Una buona notizia, figlia del progetto globale che consente di ridurre i costi di produzione, ma anche dei tempi che impongono maggiore attenzione al value for money. E la nuova Micra in tal senso è un prodotto interessante. Noi abbiamo provato l'allestimento Tekna, ovvero quello più costoso che per 14.200 euro comprende praticamente tutto: climatizzatore automatico, sensori di parcheggio con assistenza, cerchi in lega da 15 pollici, specchietti esterni ribaltabili elettricamente, connettività Bluetooth, computer di bordo, navigatore Nissan Connect e chi più ne ha più ne metta. A sorpresa mancano gli alzacristalli elettrici posteriori che non sono disponibili nemmeno a pagamento. Come optional sono disponibili invece il tetto panoramico (700 euro), l'Intelligent Pack per entrare e uscire dall'auto senza chiave (300 euro), gli interni in pelle (800 euro) e la vernice metallizzata (400 euro). Per spendere meno un buon compromesso è rappresentato dall'allestimento Acenta che a 12.850 euro rinuncia alle dotazioni più esclusive come il navigatore, ma offre tutto il resto di serie. Per tutte le Micra la garanzia standard è di 3 anni o 100 mila chilometri.

Scheda Versione

Nissan Micra
Nome
Micra
Anno
2010 - F.C.
Tipo
Normale
Segmento
utilitarie
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Nissan , auto giapponesi


Top