dalla Home

Curiosità

pubblicato il 1 settembre 2010

Ferrari richiama tutte le 458 Italia

Gli incendi di quest'estate non sono un caso. Pronta un'auto nuova per i danneggiati

Ferrari richiama tutte le 458 Italia
Galleria fotografica - Ferrari 458 ItaliaGalleria fotografica - Ferrari 458 Italia
  • Ferrari 458 Italia - anteprima 1
  • Ferrari 458 Italia - anteprima 2
  • Ferrari 458 Italia - anteprima 3
  • Ferrari 458 Italia - anteprima 4
  • Ferrari 458 Italia - anteprima 5
  • Ferrari 458 Italia - anteprima 6

L'estate del Cavallino è stata letteralmente "infiammata" dal caso delle Ferrari 458 Italia che hanno preso fuoco in varie parti del mondo. Sono andati in fumo ben cinque esemplari della supercar emiliana, in momenti e luoghi diversi. Troppe per bollare l'evento come una sfortunata coincidenza. Sulla notizia si sono scatenati blog, siti internet e quotidiani, ma è naturalmente intervenuta anche la Casa di Maranello che ha organizzato una task force per capire cos'è successo. La conclusione, arrivata nelle ultime ore, è che un difetto effettivamente c'è, riguarda tutte le Ferrari 458 Italia prodotte e verrà sanato nei prossimi giorni con una campagna di richiamo.

QUESTIONE DI COLLA
Analizzando le Ferrari bruciate in Francia, Inghilterra, Stati Uniti, Svizzera e Cina, gli ingegneri di Maranello hanno individuato il problema nel collante utilizzato insieme a rivetti per fissare una paratia paracalore che si trova fra passaruota posteriore e collettore di scarico. Ebbene, tale adesivo in particolari condizioni di "elevata temperatura ambientale e uso estremo della vettura", fa sapere Ferrari, può surriscaldarsi e dare luogo ad una fiammata che può a sua volta degenerare in un incendio.

1.248 RICHIAMI
Le Ferrari 458 Italia interessate dalla campagna di richiamo sono 1.248, praticamente l'intera produzione della 458 Italia fino al 30 luglio. Tutti i possessori sono già stati allertati tramite lettera raccomandata (come prescrive la legge) anticipata da una telefonata ed invitati a recarsi presso i dealer di zona che provvederanno a sottoporre la vettura all'intervento correttivo.

LA SOLUZIONE
L'intervento di controllo e ripristino che eseguiranno i Centri di assistenza tecnica Ferrari prevede la rimozione della schermatura ignifuga, la pulizia della zona da tutto il collante e il fissaggio della schermatura attraverso una rivettatura più fitta, senza l'uso di colle. E' probabile, secondo noi, che qualche proprietario meno esperto non abbia seguito la corretta prassi che dovrebbe essere seguita con tutti i modelli di auto, non solo con le vetture ad alte prestazioni: non fermarsi immediatamente dopo aver "tirato" a lungo, ma procedere per un po' ad andature normali per permettere a tutti i componenti - soprattutto freni e motore - di ritornare gradualmente a temperatura ambiente.

UNA FERRARI IN "OMAGGIO"
E i clienti che hanno "perso" la Ferrari? A questa domanda che sorge spontanea e che abbiamo girato a Maranello, ci è stato risposto che i cinque proprietari "riceveranno naturalmente una 458 nuova di zecca"...

Autore:

Tag: Curiosità , Ferrari , richiami


Top