dalla Home

Mercato

pubblicato il 31 agosto 2010

Concessionari Chrysler pronti per Fiat

Riunione a Auburn Hils tra i circa 400 candidati a vendere la 500 negli USA

Concessionari Chrysler pronti per Fiat
Galleria fotografica - Fiat Cinquecento Prima EdizioneGalleria fotografica - Fiat Cinquecento Prima Edizione
  • Fiat 500 Prima Edizione - anteprima 1
  • Fiat 500 Prima Edizione - anteprima 2
  • Fiat 500 Prima Edizione - anteprima 3
  • Fiat 500 Prima Edizione - anteprima 4

Fiat vuole 165 concessionari negli USA e, per selezionarli tra quelli Chrysler, ieri li ha convocati nel quartier generale di Auburn Hills per fornire loro tutte le informazioni affinché quelli interessati possano inoltrare la loro domanda entro il 22 settembre prossimo e i mandati assegnati già entro la fine dell'anno, in tempo per l'arrivo della 500 americana costruita a Toluca, in Messico, che sarà presentata al prossimo Salone di Los Angeles e affiancata dalla versione C già l'anno prossimo e dall'elettrica nel 2012. Naturalmente non tutti i concessionari Chrysler possono aspirare a fare questo "Italian job", ma solo quelli che operano nelle 119 aree che gli uomini della Fiat ritengono interessanti per il tipo di clientela e per il numero di immatricolazioni che riguardano le vetture di piccole dimensioni, principalmente i grandi centri urbani e non certo le sterminate pianure del Wyoming e dello Utah o i deserti del Texas e del Nevada.

UN CLIENTE NUOVO
A salutare i concessionari Chrysler e illustrare loro la storia, i piani, gli obiettivi e anche le richieste di Fiat è stata la stessa Laura J. Soave, il capo designato del brand Fiat per il Nord America: "Il marchio Fiat offre alle nostre strutture dedicate l'opportunità di prendere parte a un'esperienza unica - ha detto Soave - i nostri concessionari potranno interagire con un gruppo di individui che non sono parte della loro attuale clientela. Costoro sono interessati al design automobilistico italiano affiancato dalla tecnologia per la riduzione dei consumi". Un cliente dunque nuovo, particolare ed esigente che rappresenta una nuova opportunità di business per il quale tuttavia Fiat non chiede, almeno all'inizio, tanto grandi investimenti in termini di strutture, ma attenzione. Non mancheranno tuttavia grandi concessionari dedicati espressamente a Fiat fin dall'inizio e questo dimostra che i concessionari americani sono convinti del successo dell'operazione.

120MILA FIAT 500 E IL RITORNO DI ALFA ROMEO
Gli obiettivi sono di produrre 120mila unità all'anno di 500 a Toluca e di aprire un varco nel mercato per introdurre successivamente altri modelli con il marchio Alfa Romeo, a partire dalla Giulia, erede della 159, proseguendo con un SUV compatto, la Giulietta, la MiTo con carrozzeria 5 porte e un altro SUV di grandi dimensioni. All'incontro si è anche parlato di una convertibile. Il numero dei concessionari dovrebbe crescere nel contesto a 200 nei prossimi anni e, stando a quanto raccolto dal Detroit News tra gli imprenditori raccolti a Auburn Hills, l'investimento richiesto oscillerà tra 250mila e 500mila dollari.

Galleria fotografica - Nuova Alfa Romeo GiuliettaGalleria fotografica - Nuova Alfa Romeo Giulietta
  • Nuova Alfa Romeo Giulietta - anteprima 1
  • Nuova Alfa Romeo Giulietta - anteprima 2
  • Nuova Alfa Romeo Giulietta - anteprima 3
  • Nuova Alfa Romeo Giulietta - anteprima 4
  • Nuova Alfa Romeo Giulietta - anteprima 5
  • Nuova Alfa Romeo Giulietta - anteprima 6
Galleria fotografica - Alfa Romeo MiToGalleria fotografica - Alfa Romeo MiTo
  • Alfa Romeo MiTo - anteprima 1
  • Alfa Romeo MiTo - anteprima 2
  • Alfa Romeo MiTo - anteprima 3
  • Alfa Romeo MiTo - anteprima 4
  • Alfa Romeo MiTo - anteprima 5
  • Alfa Romeo MiTo - anteprima 6
Galleria fotografica - Fiat 500Galleria fotografica - Fiat 500
  • Nuova Fiat 500 esterni - anteprima 1
  • Nuova Fiat 500 esterni - anteprima 2
  • Nuova Fiat 500 esterni - anteprima 3
  • Nuova Fiat 500 esterni - anteprima 4
  • Nuova Fiat 500 esterni - anteprima 5
  • Nuova Fiat 500 esterni - anteprima 6

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , fiat 500 , dall'estero


Top