dalla Home

Curiosità

pubblicato il 24 agosto 2010

Ferrari protagonista a Pebble Beach

Quotazioni record, celebrazioni e premi per le Rosse del passato

Ferrari protagonista a Pebble Beach
Galleria fotografica - Ferrari a Pebble BeachGalleria fotografica - Ferrari a Pebble Beach
  • Ferrari a Pebble Beach - anteprima 1
  • Ferrari a Pebble Beach - anteprima 2
  • Ferrari a Pebble Beach - anteprima 3
  • Ferrari a Pebble Beach - anteprima 4
  • Ferrari a Pebble Beach - anteprima 5
  • Ferrari a Pebble Beach - anteprima 6

Nel corso della "folle" settimana del Pebble Beach Concours d'Elegance, in California, le Ferrari d'epoca hanno vissuto l'ennesima ubriacatura di celebrazioni, riconoscimenti e quotazioni milionarie, sia durante il famoso concorso d'eleganza che nell'ambito delle numerose vendite all'asta organizzate per l'occasione. A fare notizia sono soprattutto i tre record mondiali ottenuti da altrettante vetture del Cavallino del passato nell'ormai classica asta di Gooding & Company, con prezzi che hanno raggiunto i 7,260 milioni di dollari (5,299 milioni di euro). Tutte vantano la Certificazione di Autenticità rilasciata da Ferrari Classiche, l'ente che garantisce ai proprietari delle "rosse" d'epoca tutta l'assistenza in fase di restauro e manutenzione.

A spuntare la quotazione più alta è stata una Ferrari 250 California Spider Competizione passo lungo del 1959, unico esemplare con telaio in alluminio e forte di un pedigree che l'ha vista vincere la sua classe sui circuiti di Nassau e Road America, oltre ad un quinto posto assoluto alla 12 Ore di Sebring del 1960. Per questo prestigioso modello Ferrari i 7,260 milioni di dollari rappresentano la cifra più alta mai pagata all'asta e fanno quasi passare in secondo piano i 6,105 milioni di dollari (4,051 milioni di euro al cambio attuale) di aggiudicazione della Ferrari 250 GT Berlinetta passo corto (SWB) classe 1961, vettura celebrata con ben 8 esemplari immacolati sul prato del "Pebble Beach Tour d'Elegance".

Anche la SWB venduta nell'asta californiana vanta una preparazione da corsa speciale che le ha consentito di partecipare al Tour de France Automobile e alla 1000 km di Parigi nel 1961, nelle mani di piloti leggendari come Maurice Trintignant, Graham Hill, Jo Bonnier e Olivier Gendebien. Altro primato di prezzo lo può vantare la 340 America Spider del 1952 assegnata per 2,530 milioni di dollari (1,846 milioni di euro), uno dei soli 5 esemplari carrozzati da Vignale.

Altrettanto interessanti sono stati i risultati ottenuti dalle Ferrari storiche nella quasi contemporanea asta RM Auctions di Monterey, dove una 375 MM Berlinetta del 1954 è stata venduta a 4,620 milioni di dollari (3,633 milioni di euro), una Ferrari 250 GT LWB California Spyder del 1959 è passata di mano per 2,612 milioni di dollari (2,054 milioni di euro) e una recente Ferrari FXX Evoluzione ha spuntato una quotazione di 1,925 milioni di dollari (1,514 milioni di euro).

Un ulteriore segnale dell'intramontabile successo goduto dalle Ferrari del passato viene poi dal premio "People's Choice Award" assegnato alla Ferrari 250 California passo corto del collezionista inglese Andrew Pisker. Con quasi 100.000 voti i lettori di MSN Auto, partner ufficiale del Concorso di Eleganza di Pebble Beach, hanno quindi attribuito alla splendida Spider italiana la palma di vettura più bella fra quelle presenti nella più prestigiosa rassegna mondiale di auto storiche.

Autore:

Tag: Curiosità , Ferrari , auto storiche , aste , dall'estero


Top