dalla Home

Mercato

pubblicato il 20 agosto 2010

Opel ha bisogno di altri soldi?

Sarebbero centinaia i milioni di euro mancanti per il suo rilancio. GM in bilico

Opel ha bisogno di altri soldi?

Il cammino di ristrutturazione di Opel procede con difficoltà. Secondo i sindacati del marchio tedesco di proprietà General Motors, mancherebbero "diverse centinaia di milioni" di euro per procedere a quella trasformazione della Opel in società per azioni (Opel Ag) che dovrebbe dare nuovo impulso alla casa automobilistica. Una notizia sostenuta anche da fonti interne all'azienda riportate dal quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung. Anche secondo questa voce il riassetto di Opel, che prevede 8.300 tagli all'organico, ma anche che i lavoratori partecipino ai futuri utili dell'azienda in misura crescente, è legata alle condizioni economiche attuali.

E le casse sarebbero quasi se non del tutto prosciugate. General Motors, che ha rinunciato all'aiuto di Berlino, ha già provveduto a versare (tramite un indebitamento con interessi al 10%) 3 miliardi di euro, ed ora trasformare questi prestiti in capitale è sempre più rischioso. A pesare sui conti di Detroit, che è comunque riuscita a riportare in positivo i risultati del 2010, guadagnando 2,8 milioni di dollari in sei mesi, c'è anche il legame con Washington. La Casa Bianca aveva salvato GM dal fallimento concedendogli fondi pubblici che GM si è precipitata a restituire, rimanendo così sull'orlo della liquidità. Intanto il consiglio di sorveglianza dell'azienda si è riunito sia ieri che oggi, per dare il via libera all'operazione "Opel Ag", con tutti i dubbi sul caso.

Autore:

Tag: Mercato , Opel , dall'estero


Top