dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 6 agosto 2010

L'UE lancia il Programma 2011-2020 sulla sicurezza stradale

La tecnologia aiuter

L'UE lancia il Programma 2011-2020 sulla sicurezza stradale

Nel 2009 sulle strade dell'Unione Europea hanno perso la vita più di 35.000 persone. E' come se fosse stata spazzata via una cittadina delle dimensioni di Belluno. I feriti sono stati invece oltre 1.700.000 e secondo le stime, per ogni morto sulle strade d'Europa ci sono almeno 4 invalidi permanenti, con danni irreparabili al cervello o al midollo spinale, 10 feriti gravi e 40 feriti lievi. Con questo bollettino, degno di un conflitto armato, la Commissione Europea ha adottato il 20 luglio scorso il IV Piano d'Azione sulla Sicurezza Stradale 2010-2020, che ha l'ambizione di dimezzare il numero delle vittime della strada entro i prossimi dieci anni. Vediamo di che si tratta, augurandoci una volta di più che i tanti buoni propositi portino a risultati concreti.

2010: OBIETTIVO MANCATO
Lo scopo del precedente piano 2001-2010 era lo stesso, ma l'obiettivo purtroppo è stato mancato: entro la fine dell'anno il numero di incidenti mortali dovrebbe ridursi del 40% rispetto al -36% 2009, contro una riduzione del 25% nel decennio precedente. Sembrano fredde statistiche, eppure dietro ogni numero ci sono ancora più di 30.000 tragedie familiari. Ci sono riusciti solo Lettonia (-54%), Spagna (-53%), Estonia (-50%) e Portogallo (-50%), mentre l'Italia, all'ottavo posto dietro Francia, Lituania e Slovenia, si è fermata al -43%. Il numero dei decessi è addirittura aumentato in Romania e a Malta (+14 e +31%). I progressi sono stati comunque significativi: è diminuito il livello medio di vittime di incidenti stradali per milione di abitanti, che è passato da 113 nel 2001 a 69 nel 2009 per tutti gli attuali 27 Stati membri e da 125 a 68 in Italia. In termini di cifre pure le vittime sono passate complessivamente dalle 54.000 del 2001 alle circa 30.000 del 2009. Per arrivare al traguardo del 2020 la Commissione Europea ha indicato alcuni punti cardine della propria azione. Vediamo i principali.

AUTO PIU' SICURE
L'obiettivo dell'UE sar

Autore:

Tag: Attualità , sicurezza stradale , unione europea


Top