dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 4 agosto 2010

Onexim City Car: la nuova "auto del popolo" russa

Voluta da Putin, è un'ibrida a metano costruita interamente in Russia

Onexim City Car: la nuova "auto del popolo" russa
Galleria fotografica - Onexim "City Car"Galleria fotografica - Onexim "City Car"
  • Onexim \
  • Onexim \
  • Onexim \
  • Onexim \
  • Onexim \
  • Onexim \

Come riportato da OmniAuto.it già qualche mese fa, il Governo russo sta supportando la realizzazione di una nuova vettura economica "Made in Russia" che per il momento si chiama semplicemente "Progetto City Car", ma che sulla stampa di tutto il mondo è stata indicata come l'"auto del popolo" perché sembra che sia stato Vladimir Putin in persona a commissionarla all'imprenditore Mikhail Prokhorov, proprietario della squadra NBA dei New Jersey Nets e secondo Forbes secondo uomo più ricco della federazione russa.

RANGE EXTENDED A METANO
Verrà realizzata attraverso la sua società Onexim Group che opera nel campo dei metalli preziosi e ha investito 150 milioni di dollari nella realizzazione di una segmento B a due volumi e 5 porte lunga 3.89 metri e alta 1.61 metri, con un passo di 2.55 metri, ma sono previste diverse varianti di carrozzeria. Per aggirare le difficoltà della progettazione di un motore termico ex novo, la Onexim ha previsto per la futura "auto del popolo" una architettura ibrida "range extended": l'auto sarà mossa da un motore elettrico da 70 CV azionato da batterie agli ioni di litio a loro volta ricaricate dall'energia recuperata in frenata e da un piccolo motore termico 600 cc alimentato a metano, risorsa di cui la Russia è ricca e che permetterebbe così costi di gestione molto ridotti. Secondo le prime stime la "City Car" russa riuscirà a raggiungere i 120 km/h di velocità massima, con una autonomia complessiva di ben 400 km.

COSTERA' MENO DI 10.000 DOLLARI
Nel progetto di questa vettura "autarchica" sono coinvolte alcune compagnie nazionali - la Ruselprom di Mosca, la Kaskod-Electro e la Abit di San Pietroburgo, la Ricon di Vorozneh e la Finprom di Saratov -, ma anche l'americana Clean Wave Technologies e la tedesca FEV. Il nome definitivo della vettura della Onexim verrà adottato scegliendo fra le diverse proposte che ciascun cittadino russo potrà presentare e fra i punti fermi del progetto vi è il prezzo, che dovrà essere inferiore ai 10.000 euro. La presentazione al pubblico è prevista per il dicembre 2010, ma a quanto sembra la Onexim City Car potrebbe entrare in produzione già nel 2011.

Autore:

Tag: Anticipazioni , auto elettrica , auto ibride , auto russe


Top