dalla Home

Mercato

pubblicato il 4 agosto 2010

Toyota Prius: tra sei anni sarà costruita negli USA

Questo il programma per portarla in America

Toyota Prius: tra sei anni sarà costruita negli USA
Galleria fotografica - Toyota PriusGalleria fotografica - Toyota Prius
  • Toyota Prius - anteprima 1
  • Toyota Prius - anteprima 2
  • Toyota Prius - anteprima 3
  • Toyota Prius - anteprima 4
  • Toyota Prius - anteprima 5
  • Toyota Prius - anteprima 6

La Toyota Prius sarà prodotta negli USA, ma tra non prima di 6 anni, quando ci sarà la nuova generazione dell'ibrida giapponese. Lo conferma alla Reuters Atsushi Niimi, il vice presidente esecutivo di Toyota che così sposta più in là nel tempo il previsto sbarco produttivo del modello ibrido sul suolo americano.

Il motivo è la contrazione del mercato, prima del 2008 attestato intorno ai 16 milioni, poi crollato e successivamente in ripresa, ma in modo lento tanto che solo nel 2012 potrebbero essere superati i 14 milioni di unità. L'altro motivo è l'attuale sovracapacità produttiva che si è accumulata in Giappone dove Toyota produce al ritmo di 3,2 milioni di unità, ma potrebbe arrivare a 3,9 milioni, una situazione che si aggraverà con la prospettiva di una contrazione del mercato alla fine di settembre vista la fine degli incentivi dei quali proprio la Prius ha beneficiato raggiungendo livelli di vendita incredibili, tali da raggiungere il vertice assoluto del mercato interno.

Per il resto, non ci sarebbero assolutamente problemi nel produrre la Prius negli USA, dove Toyota ha una consolidata e potente macchina produttiva e la collaborazione convinta dei suoi fornitori, in particolare quello delle batterie che è la Panasonic, con la prospettiva di avere Tesla come partner aggiunto per gli accumulatori agli ioni di litio. Il tutto però è rimandato alla quarta generazione della Prius. Con la nuova che ha solo un anno e mezzo, non sarebbe il caso di preoccuparsi troppo, ma i giapponesi odiano gli imprevisti e vogliono preparare tutto nei minimi particolari e in modo profittevole.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , Toyota


Top