dalla Home

Attualità

pubblicato il 18 gennaio 2006

Come arrivano i cinesi - intervista Marco De Bonis di GWM Company

Come arrivano i cinesi - intervista Marco De Bonis di GWM Company

L'interesse per i prodotti cinesi è ormai sempre più grande. Anche il settore automobilistico inizia a "fare i conti" con i nuovi mercati, realtà dalle quali giungono aziende spesso capaci e molto competitive. La Great Wall Motor, di cui vi abbiamo già parlato in "GWM Company: stanno arrivando", rappresenta tra queste una case-history di successo.
In Cina detiene un'importante fetta di mercato, grazie alle leadership nei settori SUV e Pick-up, e forte di questi risultati, GWM si appresa a sbarcare in Europa e negli USA. Riuscirà a replicare anche da noi un incredibile successo? Ne abbiamo parlato con Marco De Bonis, Marketing Deputy Manager di Eurasia Motor Company Srl, società bresciana che importa e distribuisce in esclusiva per l'Italia i prodotti GWM.

Dottor De Bonis, GWM è un'azienda giovane, solamente 20 anni, ma caratterizzata da una crescita formidabile. Questa crescita continuerà anche al di fuori della Cina? E in quale misura prevede che lo "scetticismo" per i prodotti cinesi possa influenzarla?
Certamente la crescita sarà estesa anche ai mercati esteri. Il Top Management cinese sa bene che potrà difendere le proprie posizioni (estero e locale) solo rafforzando la propria immagine nei mercati più selettivi e competitivi. La scetticismo per i prodotti cinesi potrà essere vinto solo " sul campo". Servizio post vendita efficiente, buona qualità dei prodotti, copertura capillare del territorio : queste saranno le variabili su cui faremo più leva....

Può definirmi le "carte vincenti" del vostro marchio?
Mi ricollego a quanto scritto sopra, e aggiungo che dalla nostra parte avremo una struttura giovane e snella, quindi flessibile, un margine operativo per i Concessionari superiore alla media, un prezzo di ingresso molto interessante. Cercheremo inoltre di non cadere nelle logiche viziose dei marchi di volume, secondo cui il prezzo di listino è una pura illusione (come pure il margine dei concessionari), e quindi i prodotti sono sempre in "campagna", oppure le forzature commerciali per gestire gli over stock rete e distributore...

Per andare incontro ai gusti europei vi siete avvalsi nella progettazione di designer o tecnici occidentali?
No. Al momento la progettazione è al 90% "made in China", con una collaborazione con designer Giapponesi, i quali, tutto sommato, garantiscono standard stilistici allineati al mercato.

I diversi standard di omologazione tra il mercato cinese e quello europeo vi hanno creato problemi?
No. Mi sono personalmente occupato del programma tecnico sin dall'inizio. Le normative europee, americane, giapponesi e, quindi, cinesi, si assomigliano un po' tutte. La maggiore difficoltà è stata la lingua e la mentalità dei cinesi, i quali sono molto prudenti e meno avventurieri di quanto si possa pensare. Ci sono voluti quasi 2 anni per preparare il tutto, poi in meno di 5 mesi abbiamo centrato nello stesso momento l'obiettivo Motor Show ed Omologazioni.

Prevedete iniziative volte a far conoscere i prodotti GWM oppure ad un inserimento più discreto sul nostro mercato?
La programmazione Marketing non è stata ancora definita del tutto. Ad ogni modo stiamo valutando, fra le altre cose, una collaborazione con una società di Guida Sicura che organizzerà un vero e proprio Tour in tutto il territorio nazionale. Oltre a questo programmeremo altre iniziative sportive e/o promozionali con valenza nazionale ed internazionale (forse Parigi - Dakkar...)

Per ora concessionari multimarca per la distribuzione. Pensate ad una rete esclusiva quando la gamma sarà più completa?
No. Il futuro, per me, è nel multi brand. Magari un multi brand di marchi cinesi, perché no ??

In quanto tempo la fase di "insediamento" sul nostro mercato sarà completata?
2-3 anni almeno. Per me la rete si intenderà definita del tutto quando, fra le altre cose, sarà ultimata anche l'identificazione esterna ed interna. E questo aspetto è sempre molto lungo e difficile da gestire...

Può anticiparci qualcosa sulla futura gamma GWM? Pensate di entrare in particolari nicchie di mercato o di con modelli ad "alta visibilità"?
Arriveranno una media di un modello nuovo ogni anno. 2007 City Car. 2008 MPV e 2009 passenger car. Nel mezzo alcuni restyling o allargamenti di gamma quali, per esempio, il pick up ricavato dal pianale Hover.

Autore: Matteo Ortalda

Tag: Attualità , Great Wall , auto cinesi


Top