dalla Home

Curiosità

pubblicato il 30 luglio 2010

Attenzione al virus dell'autovelox

Dal 29 luglio girano e-mail con falso mittente la Polizia di Stato: danneggiano il PC

Attenzione al virus dell'autovelox

Sarebbero decine di migliaia secondo la Polizia di Stato le finte e-mail che da ieri stanno raggiungendo le caselle di posta elettronica degli italiani. Sono e-mail provenienti dall'indirizzo autovelox@poliziadistato.it che contengono un link, al quale secondo l'e-mail fraudolenta, sarebbe possibile consultare l'elenco aggiornato delle postazioni fisse degli autovelox. Non bisogna aprirle, perché contengono un virus informatico.

"In realtà cliccando sul link - dice la nota diffusa dalla Polizia di Stato -, nel computer si installa un virus che "ruba" le informazioni in esso contenute. Consigliamo di cestinare l'e-mail evitando di cliccare sul link e ricordiamo che la Polizia di Stato fornisce l'elenco degli autovelox, fissi e mobili, sul proprio sito web". Pare che i messaggi provengano dalla Germania, mentre il link rimandi a server localizzati in Colombia e Ucraina.

Di seguito il testo della e-mail utilizzata per la truffa, un testo copiato e incollato dalla pagina ufficiale del sito delle Forze dell'Ordine www.poliziadistato.it che contiene la vera pagina a cui è possibile consultare l'elenco degli autovelox:

From: "autovelox" autovelox@poliziadistato.it
La Polizia di Stato rende pubbliche le tratte stradali dove sono operativi, giorno per giorno, gli strumenti di controllo della velocità. Un modo per invitare gli automobilisti a moderare l'andatura rispettando i limiti e prevenire così gli incidenti. E' importante tenere la velocità sotto controllo. L'elenco degli autovelox è aggiornato settimanalmente. Con la collaborazione della società Autostrade per l'Italia si può vedere la mappa dei tutor. Il ministro dell'Interno ha emanato la nuova direttiva sulle modalità di utilizzo degli apparecchi rilevatori di velocità. Pubblicato anche il protocollo operativo Autovelox L'elenco delle postazioni fisse.

Autore:

Tag: Curiosità , autovelox , polizia


Top