dalla Home

Attualità

pubblicato il 29 luglio 2010

Nuovo Codice della strada: c'è un regalo per i neopatentati

Stretta su alcol e CV, con un bonus sui punti patente

Nuovo Codice della strada: c'è un regalo per i neopatentati

Al centro del mirino: è così che deve sentirsi chi ha preso da poco la patente B per le auto o sta per farlo. In effetti, il nuovo Codice della strada ha introdotto norme che penalizzano i giovani. Anzitutto, per i neopatentati (chi ha la patente B da meno di tre anni), chi ha meno di 21 anni e i guidatori professionali non vale più il limite di mezzo grammo di alcol ogni litro di sangue; da quando entrerà in vigore la legge (probabilmente venerdì 30 luglio) non potranno bere neppure un goccio prima di porsi al volante. Inoltre, ai titolari di patente B, per il primo anno dal rilascio, non sarà consentita la guida di auto aventi una potenza specifica, riferita alla tara, superiore a 55 kW/t, e con un limite di potenza massima pari a 70 kW: le disposizioni si applicano ai titolari di patente B rilasciata a decorrere dal 180° giorno successivo alla data di entrata in vigore della legge.

SUBITO SU
Ma attenzione, per i neopatentati c'è il regalo del bonus: un punto patente ogni anno; per gli altri guidatori, invece, il bonus di due punti scatta ogni due anni. Altro gradito omaggio: dopo due anni di patente, per il neopatentato ulteriori due punti (uno per il primo anno, uno per il secondo anno, due per il biennio): 24 punti in totale al secondo anno della patente anziché i 22 degli altri guidatori.

PUNTEGGIO D'ORO
Quei punti-bonus così rapidi sono importantissimi. Una patente B ha un credito iniziale di 20 punti, e normalmente si ha un bonus di due crediti dopo due anni di guida senza infrazioni taglia-punti. Per violazioni gravi, il neopatentato perde il doppio del punteggio: per il taglio di 10 punti, si arriva a cedere 20 crediti e scatta subito l'obbligo di revisione della patente. Tuttavia questo, dopo un solo anno di patente, non varrà per i neopatentati, che (in assenza di infrazioni taglia-punti) si ritroveranno 21 crediti già dopo 12 mesi: in caso di infrazione grave, resterà un punto-patente e non dovranno rifare gli esami per la licenza di guida. Va meglio ancora al secondo anno: con quattro punti in più, si ritrovano addirittura a 24 punti; contro i 22 punti di un guidatore normale, che ha un bonus di due punti dopo un biennio di guida senza commettere infrazioni taglia-punteggio.

In definitiva, calma a parlare di stretta sui neopatentati: il Governo da una parte ha imposto un giro di vite; dall'altra, ha fatto un regalo pesante ai ragazzi.

Iscriviti alla Community

Scrivi un commento

Condizioni d'uso
Top