dalla Home

Home » Argomenti » Codice della Strada

pubblicato il 28 luglio 2010

Nuovo Codice della Strada: oggi il voto in Senato

Ultimo passaggio a Palazzo Madama, le nuove norme subito in vigore

Nuovo Codice della Strada: oggi il voto in Senato

Con la quarta lettura al Senato, oggi si conclude l'iter parlamentare del decreto legge sul nuovo Codice della Strada, figlio di discussioni infinite durate circa due anni e arrivato oggi alla votazione finale per entrare in vigore in tempo per l'esodo estivo. Il testo, ieri illustrato dal relatore Sen. Angelo Maria Cicolani (Pdl) che verrà votato alle 16.00, contiene 61 articoli e ne modifica più di 80 mettendo in primo piano la sicurezza stradale con una stretta su neopatentati, alcool e droghe, multe ed eccessi di velocità. Con l'immediata pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e la conseguente entrata in vigore, le nuove norme potrebbero essere attive già da domani.

NEOPATENTATI OSSERVATI SPECIALI
Se da un lato i 17enni potranno mettersi al volante (ma con una serie di limitazioni), dall'altro il nuovo CdS diventa più severo con i giovani automobilisti: nei primi tre anni si potrebbe essere soggetti a sospensioni della patente più lunghe di un terzo (alla prima infrazione) o della metà (dalle infrazioni successive) rispetto a quelle previste per gli altri automobilisti. Inoltre divieto assoluto di assumere alcolici per i primi tre anni e di guidare auto con una potenza specifica superiore a 55 kW/t (50 in precedenza) e comunque non oltre i 70 kW (è una novità) nel primo anno di patente.

STANGATE PER CHI CORRE
Il provvedimento introduce la possibilità per i gestori di elevare sulle autostrade il limite di velocità a 150 km/h, ma solo dove è presente il Tutor. In ogni caso le sanzioni per chi corre troppo aumenteranno da 500 a 2.000 euro oltre i 40 km/h e da 779 a 3.119 euro per chi sfora di oltre 60 km/h, mentre diminuirà la decurtazione dei punti: -3 invece di 5 se si superano i limiti da 10 a 40 km/h, -5 invece di 10 da 40 a 60, -10 oltre i 60. Riottenere i punti per chi, nell'arco di un anno, ha effettuato tre violazioni gravi non contestuali con decurtazione fino a 5 punti sarà più difficile: bisognerà rifare l'esame teorico e la visita medica allo stesso modo di chi ha perso tutti i 20 punti. Si riducono a 90 giorni (rispetto agli attuali 150) i tempi di notifica delle multe.

ALCOL NEL MIRINO
Il nuovo ddl introduce inoltre regole più severe per la guida in stato d'ebbrezza. Chi viene trovato con tasso alcolico compreso fra 0,5 e 0,8 grammi la sanzione va da 500 a 2mila euro. Se si provoca un incidente stradale, le pene vengono raddoppiate e sale a 180 giorni il fermo amministrativo del veicolo. Se, poi, il tasso alcolemico è superiore a 1,5, la patente viene revocata e sospesa fino a 2 anni se il conducente ha provocato un incidente. Per chi guida dopo aver assunto droga, la multa è fino a 6mila euro, c'è un arresto minimo di 6 mesi e patente sospesa fino a 2 anni. Se si provoca un incidente, scatta anche la revoca della patente. No inoltre alla patente per chi importa, acquista o riceve droga (articolo 19).

BERLUSCONI: "BUONE NOTIZIE"
Agevolazioni nel pagamento delle multe per chi ha un reddito basso (meno di 10.628 euro annui), più controlli per gli "over 80", giro di vite sulle minicar, maggiore severità per gli autisti professionali e la possibilità di guidare per tre ore nel percorso casa-lavoro anche a chi ha la patente sospesa le altre novità che stanno per essere introdotte. Intanto il nuovo testo al voto in Senato, su cui rimangono scettici Pd e Idv, stamattina ha incassato il gradimento di Berlusconi, che in anticipo sulla votazione ha dichiarato in una nota stampa: "Il nostro governo nel 2003 con la Patente a punti contribui' a far diminuire gli incidenti mortali dai 7.000 del 2002 ai 4.500 di oggi. Con questo nuovo provvedimento, e con il miglioramento che gli investimenti in corso nelle Infrastrutture apporteranno alla circolazione, diminuirà ulteriormente il numero degli incidenti e la mortalità' sulle strade. Credo che queste siano buone notizie per gli italiani, specie alla vigilia dell'esodo estivo".

Autore:

Tag: Attualità , codice della strada , sicurezza stradale , multe


Top