dalla Home

Mercato

pubblicato il 27 luglio 2010

BMW e Daimler insieme per i nuovi sedili

Un’identica struttura e un solo fornitore per risparmiare 200 mln di euro all’anno

BMW e Daimler insieme per i nuovi sedili

Per ridurre i costi di sviluppo e ottimizzare l'approvvigionamento da un unico fornitore, BMW AG e Daimler AG hanno deciso di utilizzare una struttura metallica comune per i sedili di alcuni loro prossimi modelli. La fase di finitura esterna delle nuove "poltrone" rimarrà appannaggio dei singoli marchi BMW e Mercedes-Benz, mentre l'investimento comune dovrebbe garantire un risparmio annuo di circa 200 milioni di euro.

La nuova joint-venture è stata preannunciata dal settimanale tedesco Der Spiegel e, secondo quanto dichiarato da un portavoce BMW, potrebbe aprire la strada ad ulteriori collaborazioni future fra i due colossi tedeschi, sempre votate allo sviluppo di componenti automobilistiche comuni e alla sottoscrizione di un unico contratto di fornitura. Per BMW e Daimler non si tratta comunque del primo accordo di questo tipo, come dimostra il recente programma di sviluppo congiunto con General Motors per il sistema ibrido di Merceds ML 450 Hybrid, BMW X6 Active Hybrid e GMC Yukon Denali.

Autore:

Tag: Mercato , produzione


Top