dalla Home

Motorsport

pubblicato il 27 luglio 2010

Montezemolo: "Prima di tutto gli interessi di squadra"

Ancora polemica sull'ordine a Massa di far passare Alonso

Montezemolo: "Prima di tutto gli interessi di squadra"

All'indomani della discussa doppietta di Hockenheim, il Presidente della Ferrari Luca Cordero di Montezemolo ha voluto esprimere, attraverso il sito della Scuderia, la sua soddisfazione per un risultato atteso da tempo, che mancava dalla vittoria di Sakhir ottenuta nella prima gara della stagione.

"Sono molto contento per tutti i nostri tifosi che, finalmente, ieri hanno visto due Ferrari in testa dal primo giro all'ultimo giro dominando la gara" - ha detto Montezemolo a Maranello, dove ha fatto il punto della stagione insieme a Stefano Domenicali - "Il risultato è frutto del tanto lavoro fatto in queste settimane dai nostri uomini, che non si arrendono mai. Adesso dobbiamo continuare così, migliorando la vettura per renderla competitiva in tutti i circuiti che andremo ad affrontare. Molto bene anche Alonso e Massa che hanno dato il massimo tutto il weekend".

Dopo i complimenti ai piloti Montezemolo è tornato sulla sanzione di 100.000 dollari decisa dai commissari per aver ordinato a Massa di lasciar passare Alonso: "Le polemiche non mi interessano. Ribadisco solo quello che dico da sempre e che i nostri piloti sanno benissimo e a questo debbono attenersi: chi corre per la Ferrari sa che la squadra viene prima degli interessi personali. Poi queste cose accadono dai tempi di Nuvolari e le ho vissute in prima persona da Direttore Sportivo ai tempi di Lauda e non solo... Basta quindi con certe ipocrisie anche se capisco che forse a qualcuno avrebbe fatto piacere vedere i nostri due piloti eliminarsi a vicenda: a me e ai nostri tifosi certamente no."

Intanto è intervenuto sulla questione anche Bernie Ecclestone: "In realtà confesso di essere d'accordo con quanti sostengono che questa norma debba essere rivista - ha dichiarato il patron della Formula 1 a un sito web americano -. In F.1 è richiesto che un team metta in campo due vetture uguali, con gli stessi colori, guidate da piloti che vestano tute identiche. Dunque, il concetto è che un team è un'entità unica, e che questa debba essere anche gestita come tale dalle persone che la dirigono, e che si debbano lasciare a loro determinate decisioni, senza che alcuno interferisca, a meno che non si vengano a creare situazioni di pericolo. Certamente si tratta di una questione che dovremo discutere".

Autore:

Tag: Motorsport , Ferrari , formula 1


Top