dalla Home

Mercato

pubblicato il 20 luglio 2010

Fiat: domani le tappe dello spin off dell’auto

Sarà ad Auburn Hills che il Lingotto parlerà della svolta

Fiat: domani le tappe dello spin off dell’auto

Dopo Torino, Auburn Hills. Sarà domani presso il quartier generale della Chrysler negli Stati Uniti che il consiglio di amministrazione del Gruppo Fiat si riunirà per approvare i conti della semestrale. Un appuntamento a cui parteciperanno l'amministratore delegato Segio Marchionne ed il neo presidente John Elkann, dopo che esattamente tre mesi fa (era il 21 aprile) loro stessi presentavano agli investitori il Piano Strategico Fiat 2010-2014.

E se in quell'Investor Day pesava l'assenza di Luca Cordero di Montezemolo, quale evidente segno di un passaggio di responsabilità importante come quello che vede di nuovo un Agnelli alla guida del Gruppo italiano, domani ci sarà di nuovo una svolta con lo spin off dell'auto. Lo scorporo è stato promesso dall'azienda entro la fine del 2010 ed è uno degli argomenti finanziari su cui più stanno scommettendo gli analisti di tutto il mondo. La scelta di dividere la Fiat in due, con una parte "Industrial" (Cnh e Iveco in testa, con John Elkann responsabile) e una auto (con Sergio Marchionne a capo), non convince tutti.

L'agenzia di rating Fitch ha valutato negativamente l'operazione, mentre l'Ubs parla di significative opportunità per Fiat a fronte dello scorporo. Con molta probabilità domani ne verranno presentate le tappe e non si può escludere che già nei giorni successivi si entri nei dettagli della scissione. Trapelano intanto i primi risultati finanziari per il secondo trimestre: si stima un utile operativo di 380 milioni di euro.

Autore:

Tag: Mercato , Fiat


Top