dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 6 luglio 2010

Dall'ACI, "Trasportaci Sicuri"

Presso le sedi, le ASL, gli ospedali e le scuole si insegna ai genitori come viaggiano i bambini in auto

Dall'ACI, "Trasportaci Sicuri"

Aumenta la protezione offerta ai bambini in auto grazie a seggiolini sempre più sicuri, ma in Europa circa la metà di loro continua a viaggiare senza. Dall'indagine condotta dall'ACI e i principali Automobile Club internazionali, che hanno testato 119 seggiolini per bimbi negli ultimi tre anni, si evince che i dispositivi di angoraggio promossi sono saliti dall'85% del 2008 al 96% del 2010 e che dei 26 modelli esaminati quest'anno, 15 sono stati giudicati "buoni", 7 "soddisfacenti", 3 "appena sufficienti" e solo 1 "scarso".

Tuttavia continua ad essere preoccupante l'ignoranza degli adulti, che non conoscendo le regole di messa in sicurezza dei più piccoli li espongono a grandi rischi sulla strada. Per questo l'Automobile Club d'Italia ha avviato corsi di formazione in tutte le sedi sul territorio, nelle ASL, negli ospedali e nelle scuole affinché i genitori siano più consapevoli dell'utilità di questi sistemi di sicurezza. L'iniziativa, denominata "Trasportaci Sicuri", insegna i criteri di scelta del seggiolino più idoneo e le procedure per il corretto utilizzo, come ha spiegato il presidente dell'ACI, Enrico Gelpi- anche a scapito dei propri figli. I test evidenziano un netto miglioramento degli standard di protezione dei seggiolini, ma c'è ancora poca attenzione nelle informazioni rivolte alla clientela: istruzioni poco chiare non facilitano il montaggio e l'uso corretto dei seggiolini, compromettendone l'efficacia.

Per viaggiare sicuri i bambini devono essere allacciati a un seggiolino conforme al loro peso, dotato di schienale e protezioni laterali, installato correttamente secondo le istruzioni di montaggio. Inoltre, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, le cinture di sicurezza e gli airbag sono progettati solo per gli adulti e non offrono una protezione efficace ai bambini, risultando addirittura pericolosi per i più piccoli in caso di incidente. Il mancato uso del seggiolino, per cui la legge prevede una sanzione tra i 74 e i 299 euro con un taglio di 5 punti sulla patente (con sospensione del titolo di guida fino a 2 mesi in caso di doppia violazione in due anni), può essere fatale.

Se infatti gli incidenti stradali sono la prima causa di morte in Europa per i ragazzi fra i 5 e i 13 anni, ogni anno perdono la vita sulle strade 12.000 minorenni, di cui 5.000 bambini. Il 40% di essi viaggia senza seggiolino e più del 50% lo fa in modo inadeguato, cioé con un dispositivo non omologato, di dimensioni non idonee o montato in maniera scorretta. Un genitore su 4 giustifica il mancato uso del seggiolino con la scarsa propensione del bambino a stare seduto, il 22,7% lo ritiene superfluo e il 18% non lo giudica necessario perché lo spostamento è di breve durata.

Autore:

Tag: Attualità , sicurezza stradale


Top