dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 4 gennaio 2006

Mazda CX-7

Mazda CX-7
Galleria fotografica - Mazda CX-7Galleria fotografica - Mazda CX-7
  • Mazda CX-7 - anteprima 1
  • Mazda CX-7 - anteprima 2
  • Mazda CX-7 - anteprima 3
  • Mazda CX-7 - anteprima 4
  • Mazda CX-7 - anteprima 5
  • Mazda CX-7 - anteprima 6

Con l'apertura del Salone di Los Angeles, questa mattina è stata presentata in anteprima mondiale la nuova Mazda CX-7, primo sport utility del costruttore di Hiroshima. Un modello pensato espressamente per il Nord America, dove questo genere di veicoli impazzano, ma anche per il mercato europeo in cui, polemiche sui blocchi del traffico a parte, il segmento SUV attira sempre di più gli automobilisti.

Nel progettare CX-7, particolare cura è stata posta per lo stile che rispecchia al meglio il nuovo corso di Casa Mazda, il cosiddetto spirito "Zoom Zoom". Un design dinamico, proporzionato e a tratti muscoloso, come piace soprattutto a chi vuole acquistare uno Sport Utility. Il Chief Designer è tra l'altro Iwao Koizumi, l'autore della Mazda6, l'auto che ha rilanciato il marchio giapponese in tutto il mondo proprio a livello di stilistico.
Le linee sinuose non sono poi solo belle da vedere, ma anche efficienti a livello aerodinamico, tanto che in Mazda le definiscono al vertice della categoria in termini di cx. Il dato non è stato ancora dichiarato, ma è evidente quanto il corpo vettura sia curato nei particolari, e non solo per l'appagamento estetico.

L'abitacolo è molto luminoso e caratterizzato da uno stile minimalista nonchè hi tech. La plancia è popolata da un numero esiguo di bottoni e bottoncini e prevede sulla consolle centrale un display multifunzionale di tipo touch screen. Da quest'ultimo è possibile controllare tutte le principali funzioni bordo, e quindi l'hi fi (come optional è disponibile un impianto a Bose da 240 watt), il trip computer e l'immancabile navigatore satellitare. L'accessibilità al veicolo è stata poi migliorata con l'adozione di un sistema keyless: per aprire, entrare e mettere in moto la CX-7 è sufficiente tenere in tasca una smart card.

La CX-7 si promette molto interessante a livello meccanico e di comportamento stradale. Stiamo parlando di un SUV e quindi di un mezzo polivalente che grazie alle quattro ruote motrici (a controllo elettronico) può essere impegnato nello sterrato leggero, ma soprattutto sull'asfalto di strade e autostrade. In Mazda hanno voluto accentuare quest'ultime capacità con l'obiettivo di rendere la CX-7 confortevole e sicura, ma soprattutto agile e, perché no, divertente da guidare. Il telaio è stato pensato di conseguenza e sfoggia un MacPherson all'anteriore ed un moderno Multilink sul retrotreno, il tutto coadiuvato da ammortizzatori relativamente rigidi e da un treno di gomme 235/60 da 18 pollici di diametro.

A spingere brillantemente la nuova CX-7 ci penserà invece un quattro cilindri benzina 2.3 DISI turbo, capace di 244 cavalli che già a 2500 giri offre una coppia massima di 250 Nm, il cui il 99% rimane costantemente disponibile fino a 5000 giri/min. Il cambio abbinato è un automatico a sei rapporti.

La commercializzazione della Mazda CX-7 partirà nel Nord America entro la prossima primavera, mentre per vederla in Europa bisognerà aspettare la fine dell'anno se non addirittura il 2007. Tempi lunghi, ma giustificati dalla probabile messa a punto di un motore diesel più adatto alle esigenze del Vecchio Continente. In ogni caso non si possono escludere sorprese tecniche per gli anni avvenire, come l'adozione di una propulsione ibrida...

Autore: Redazione

Tag: Anticipazioni , Mazda


Top