dalla Home

Novità

pubblicato il 5 luglio 2010

Bugatti Veyron 16.4 Super Sport, oltre se stessa

Record mondiale di 431 km/h per la versione da 1.200 CV della supersportiva di Molsheim

Bugatti Veyron 16.4 Super Sport, oltre se stessa
Galleria fotografica - Bugatti Veyron 16.4 Super SportGalleria fotografica - Bugatti Veyron 16.4 Super Sport
  • Bugatti Veyron 16.4 Super Sport - anteprima 1
  • Bugatti Veyron 16.4 Super Sport - anteprima 2
  • Bugatti Veyron 16.4 Super Sport - anteprima 3
  • Bugatti Veyron 16.4 Super Sport - anteprima 4
  • Bugatti Veyron 16.4 Super Sport - anteprima 5
  • Bugatti Veyron 16.4 Super Sport - anteprima 6

La Bugatti Veyron 16.4 rialza l'asticella dell'auto più veloce del mondo e succede a se stessa raggiungendo con la versione Super Sport i 431 km/h presso il centro prova del gruppo Volkswagen di Ehra-Lessien alla presenza di rappresentanti del TÜV e del Guinness Book of Records che hanno omologato il record. In realtà il pilota ufficiale Pierre Henri Raphanel, sceso in pista alle ore 14 del 26 giugno scorso, ha raggiunto al volante della Veyron Super Sport i 434,211 km/h al primo passaggio da Nord verso Sud, ma in quello compiuto in senso inverso (come prevedono le regole di omologazione) si è fermato a 427,933 km/h per una media totale di 431,072 km/h pari a 267,856 miglia orarie, nuovo record mondiale di velocità per auto prodotte in serie, superiore ai 408,47 km/h raggiunti nel 2005 dalla Veyron "basic" il 19 aprile del 2005 sulla stessa pista.

30 ESEMPLARI A 1.434.000 EURO L'UNO
Si fa per dire. Visto che di questa specialissima Veyron se ne costruiranno solo 30 esemplari dal modico prezzo di 1.434.000 euro (tasse escluse) e quello che è racchiuso nel suo cofano assomiglia più a un motore d'aereo che a quello di un'automobile. Il W16 8 litri quadri turbo infatti cresce da 1001 CV e 1.250 Nm di coppia rispettivamente a 1.200 CV e e 1.500 Nm grazie ad interventi sul motore che hanno riguardato principalmente la sovralimentazione con l'adozione di giranti di maggiori dimensioni. Tanto bendiddio è trasmesso, come sempre, alle ruote attraverso l'interposizione di un cambio a doppia frizione a 7 rapporti e a un sistema di trazione integrale con giunto centrale elettroidraulico a lamelle di tipo Haldex, anch'esso rivisto nel software di controllo in funzione del nuovo assetto permettendo di innalzare il limite di tenuta laterale fino a 1,4 G.

SULLA STRADA A NON PIU' DI "415 km/h"
Modifiche anche per ridurre il peso e all'aerodinamica alla ricerca di un miglior bilancio tra penetrazione, deportanza e raffreddamento attraverso prese NACA sul tetto al posto dei periscopi, prese d'aria frontali più sottili e allungate intorno al parafanghi e un diffusore posteriore più ampio che chiude ai lati l'enorme coppia di terminali di scarico trapezoidali. Il record raggiunto ha comunque superato le più brillanti aspettative del team tecnico di Molsheim "Ci aspettavamo di raggiungere un valore medio di 425 km/h - ha spiegato l'ingegnere capo di Bugatti, Wolfgang Schreiber - ma le condizioni oggi era perfette a avrebbero permesso anche di andare oltre". I clienti che si sono prenotati per averla possono però mettersi l'anima in pace. A loro l'elettronica non concederà più di 415 km/h, anche se dovessero dimostrare di avere un circuito con un rettilineo lungo 9 km come quello di Ehra-Lessien. La colpa, si fa per dire - è degli pneumatici che non riescono a superare in sicurezza quella soglia. In compenso potranno divertirsi ad accelerare da 0 a 100 km/h in 2,5 secondi tagliando i 200 km/h in 7,3 secondi e infine i 300 km/h in 15 secondi.

A 5 CLIENTI L'EDIZIONE WORLD RECORD EDITION
I primi 5 fortunati avranno anche l'esclusiva della livrea in carbonio nudo e arancio dell'edizione World Record Edition. La costruzione comincerà in autunno e il debutto al pubblico invece è previsto al concorso di Eleganza di Pebble Beach (11-15 agosto), a Monterrey, in California. Finora sono 260 le Veyron costruite dal 2005, anno della presentazione dopo anni di travagliato sviluppo, delle quali 22 Grand Sport con una lista d'attesa per quest'ultima di altre 13 esemplari. La vedremo da vicino al Salone di Parigi (2-17 ottobre).

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Novità , Bugatti , record


Top