dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 3 luglio 2010

Jaguar XE, pronta per il 2011

Secondo Inside Line, il debutto è previsto al prossimo Salone di Ginevra

Jaguar XE, pronta per il 2011

La prossima Jaguar sarà una piccola roadster che andrà a posizionarsi al di sotto della XK per andare a rompere le uova nel paniere ad Audi TT, BMW Z4 e Mercedes SLK. Ne è sicura Inside Line che ha raccolto un'indiscrezione all'interno della casa britannica secondo la quale il debutto avverrà in occasione del prossimo Salone di Ginevra (marzo 2011).
Un ritorno atteso da molti e voluto prima di tutti da Ratan Tata - innamorato del concept F-Type, presentato nel 2000 al NAIAS di Detroit e che prefigurava proprio una 2 posti scoperta più compatta della XK - e poi anche da Carl-Peter Forster, fresco amministratore delegato di Tata Motors, che ritiene più importante per la casa di Castel Bromwich entrare in questo segmento prima di quello delle berline compatte con un'erede della X-Type più degna della tradizione Jaguar.

NOME STORICO E CULLUM DESIGN
La nuova roadster potrebbe chiamarsi XE e si richiamerà nel concetto alle XK degli anni '50 e '60 oltre che alla C-Type da competizione, dunque caratterizzata da linee sinuose e compatte con lunghezza che non dovrebbe superare i 4,2-4,3 metri. Lo stile sarà firmato da Ian Cullum, fautore del rinnovamento avviato con la XF e proseguito con la nuova chiacchierata XJ. Non aspettiamoci dunque riedizioni in stile retrò perché quel periodo in Jaguar è morto e sepolto (per fortuna), ma piuttosto linee moderne con proporzioni tipicamente Jaguar. Secondo Cullum infatti non esiste uno stile Jaguar e a distinguere storicamente le auto della casa fondata da Sir Peter Lyon è piuttosto un equilibrio tipico tra i vari volumi della carrozzeria.
A proposito di stile, va detto che per ammissione dello stesso Forster, a Castle Bromwich non ci sono prototipi al momento, ma solo modelli in argilla e questo fa pensare che a debuttare a Ginevra sarà un concept, come già accaduto per XK e XF, pronto a diventare il prototipo di validazione per la vettura vera.

TETTO IN TELA O METALLO?
Questa quindi non arriverà prima del 2012 e non è chiaro se sarà basata su un pianale accorciato della XK in alluminio (dunque sulle stesse linee di Castle Bromwich) o su una nuova piattaforma con parti condivise insieme alla nuova berlina compatta (in questo caso sarebbe prodotta a Solihull o a Halewood) e dunque in acciaio, ma con l'imperativo di mantenere comunque basso il peso. I ben informati parlano prevalentemente della prima ipotesi e questo dovrebbe garantire al nuovo modello un ulteriore elemento di distinzione e una ragione in più per mantenere basso il numero dei chili. Il numero dei modelli invece salirà e, oltre alle già citate roadster e berlina, si parla insistentemente di un coupé e di una station wagon derivate dalla XF. Quanto alla F-Type (o come si chiamerà), non è ancora sicuro se sarà una cabriolet classica con tetto in tela o avrà invece il tetto in metallo. Da buona inglese, la soluzione dovrebbe essere quella tradizionale, ma non sono escluse sorprese, magari per non farne semplicemente una XK in piccolo, ma un modello dotato di caratteristiche proprie e capace di raccogliere una clientela più ampia. E una coupé gemella? Si tratta di scelte collegate sia alle decisione di cui sopra, sia alla tradizione del marchio che, tranne per le più grandi E-Type e XK e alle XJ-S, non hanno mai indugiato sulle sportive coperte per le vetture di dimensioni più compatte.

MECCANICA INEDITA
Nessun dubbio invece sulla disposizione meccanica: motore anteriore longitudinale e trazione posteriore. Sotto il cofano il primo candidato è il nuovo V6 a iniezione diretta Euro5 al quale la Jaguar sta lavorando e che dovrebbe derivare dal V6 PowerBoost di Ford con potenze che oscillano tra 250 e oltre 300 CV. Potrebbe anche esserci una versione di ingresso con motore 4 cilindri della stessa famiglia da oltre 200 CV. In questo modo sarebbe garantita ancora una volta la distinzione netta con la XK cabriolet e la possibilità di avere un prezzo di attacco intorno ai 40-45mila euro, poco per una Jaguar, abbastanza per garantirsi un posizionamento alto tra le concorrenti, idoneo a questo atteso cucciolo di Giaguaro.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Anticipazioni , Jaguar


Top