dalla Home

Home » Argomenti » Incentivi auto

pubblicato il 1 luglio 2010

"Incentivi auto per il secondo semestre 2010"

Questa è la richiesta al governo del direttore del Csp, Quagliano

"Incentivi auto per il secondo semestre 2010"

Gli incentivi auto per il 2010 si possono ancora varare sebbene l'anno sia già in parte trascorso, in quanto senza la loro introduzione "non ci sarà ripresa nel settore automobilistico fino al 2011". Ne è convinto il direttore del Centro Studi Promotor GL events (struttura di ricerca specializzata sul mercato dell'automobile), Gian Primo Quagliano, il quale, auspicando che il governo ne valuti lo stanziamento per il secondo semestre dell'anno, pensa che in assenza di incentivi il mercato ritornerà ai livelli pre-crisi soltanto dal 2013.

Il mercato infatti sta ancora calando, come dimostrano i dati sulle immatricolazioni da aprile ad oggi, cioè da quando l'effetto incentivi 2009 si è esaurito. Tuttavia "gli incentivi hanno senso se limitati nel tempo", secondo Quagliano, per cui essi sono validi per costruire "un ponte tra un momento di difficoltà e la ripresa". E se il 2010 rimarrà davvero senza bonus statali per l'acquisto di auto nuove, la stima del Centro Studi Promotor è che l'anno possa chiudere a 1,85 mln di immatricolazioni perchè il primo trimestre è stato molto buono grazie agli incentivi del 2009, ma da aprile la contrazione è del 20%. "Quindi l'anno si chiuderà a 1,85 mln di immatricolazioni contro i 2,16 mln del 2009", si legge in una nota.

Autore:

Tag: Mercato , incentivi


Top