dalla Home

Motorsport

pubblicato il 27 giugno 2010

F1: Vettel vince a Valencia fra le polemiche

La safety car provoca il caos. Nove vetture penalizzate nel finale del GP d'Europa

F1: Vettel vince a Valencia fra le polemiche

In un GP d'Europa alquanto confuso, Sebastian Vettel coglie la settima vittoria in carriera con la Red Bull RB6 che si conferma la monoposto più competitiva del Mondiale F.1. Sul podio salgono le McLaren di Lewis Hamilton, secondo, e Jenson Button, terzo, ma il risultato è stato molto contestato.

La gara di Valencia è stata infatti condizionata pesantemente dalla direzione di gara che al nono giro ha perso il bandolo della matassa dopo il pauroso incidente di Mark Webber che è letteralmente volato sulle ruote della Lotus di Kovalainen, schiantandosi contro le barriere dopo un drammatico looping in aria. Illeso, ma sotto shock il pilota australiano.

Il caos è stato determinato dall'ingresso della safety car fra Vettel e Hamilton. L'inglese ha superato la safety car prima che questa fosse in traiettoria, mentre la Ferrari di Alonso si è accodata alla vettura di neutralizzazione seguito da Massa. Nel gruppo dietro c'è stato chi è rientrato subito al pit stop per sostituire le gomme. "Io ero ad un metro da Hamilton - ha detto polemico Alonso - lui è arrivato secondo e io nono. È chiaro che c'è qualcosa che non quadra. Il risultato è alterato: le Ferrari erano da podio e invece c'è stata una gara manipolata". 

Parole dure, gravi. Nove vetture sono finite sotto inchiesta per aver girato troppo in fretta durante la safety car prima del pit stop. In direzione gara c'è stato il caos assoluto. Hamilton è stato punito con un drive through con una decisione tardiva dei commissari sportivi (circa 15 giri dopo il fatto), al punto che l'inglese aveva guadagnato un margine tale sul terzo, Kobayashi, che si è ritrovato comunque secondo in pista, per cui la penalizzazione non ha sortito alcun effetto.

In seguito alle decisioni prese dopo la bandiera a scacchi hanno ricevuto una penalizzazione di 5 secondi Button, Barrichello, Hulkenberg, Kubica, Petrov, Sutil, Liuzzi, Buemi e De la Rosa, tutti per aver superato il tempo limite in regime di safety-car. Così Alonsoè salito di una posizione e si è classificato all'ottavo posto mentre è rimasto comunque fuori dalla zona punti pur risalendo al dodicesimo.

Autore: Franco Nugnes

Tag: Motorsport , formula 1


Top