dalla Home

Motorsport

pubblicato il 28 giugno 2010

Raikkonen al posto di Kubica?

Kimi in Renault se il polacco dovesse passare alla Mercedes

Raikkonen al posto di Kubica?

Gerard Lopez, titolare della squadra di Enstone, si sta muovendo per non trovarsi impreparato, nel caso che Robert Kubica non rimanesse alla Renault. Nei giorni scorsi si era sparsa la voce che il team era interessato a prendere Kimi Raikkonen o Adrian Sutil per sostituire Vitaly Petrov.

Il giovane pilota russo ha un rendimento alquanto irregolare: alterna prestazioni molto convincenti (come nelle qualifiche di Valencia) ed altre veramente incolori. Per un debuttante che deve fare i conti con il divieto di test, restare aggrappato ad un volante di Formula 1 diventa sempre più difficile.
Pensare di sostituire Petrov (che ha portato una dote di 15 milioni di dollari) con un pilota come Kimi Raikkonen che ne può costare altrettanti è pura follia. L'operazione avrebbe un saldo negativo di 30 milioni di dollari, spicciolo più, spicciolo meno (visto che il finlandese è riuscito a farsi pagare 10 milioni di euro per non correre quest'anno con la Ferrari).

Diverso è il discorso se la Renault deve fare un investimento per avere almeno un pilota competitivo con cui puntare a dei risultati importanti. Lopez vorrebbe continuare il cammino intrapreso con Kubica, ma se il polacco dovesse essere sensibile alle sirene della Mercedes, ecco che si materializza un piano B. Il team di Enstone andrebbe a caccia di Kimi perché ha bisogno di un top driver per convincere uno sponsor importante a investire una cifra considerevole nella Renault: si tratta della MasterCard. La società di carte di credito ha mandato degli emissari a discutere in Canada con Bernie Ecclestone e questi avrebbe dirottato il potenziale sponsor a Lopez.

È chiaro che l'operazione si può fare solo se la squadra anglo-francese si rivela in grado di lottare per le posizioni di vertice: stando alle indiscrezioni la MasterCard potrebbe contribuire a pagare l'ingaggio di un pilota top ed è solo per questo che possono prendere corpo le quotazioni di un ritorno di Raikkonen nel Circus. In realtà il pallino ce l'ha in mano Michael Schumacher: il tedesco si starebbe già stufando del ritorno in F.1 e starebbe valutando l'idea di chiudere l'esperienza dopo un anno dei tre di contratto che lo legano con la Mercedes. La Casa della Stella a tre punte non appena ha capito le intenzioni di Michael si è subita mossa come un elefante in cristalleria per fare sapere che era interessata a bloccare Kubica.
E da questo punto in avanti la questione richiede tempo, anche se le ultime deludenti prestazioni di Schumi fanno pensare ad una accelerazione nella soluzione del caso. Va detto che la Renault sta investendo nello sviluppo della R30 più risorse di quelle che ci sono in budget. Lopez crede che la squadra possa ambire al quarto posto finale, incamerando più premi e soldi dai diritti televisivi.

Adrian Sutil, invece, è in corsa per il secondo sedile: anche se dispone di metà del budget di Petrov dovrebbe garantire quel bottino di punti iridati che potrebbero ripagare la squadra di Enstone per la mancanza di quella copertura che Petrov, invece, sarebbe in grado di assicurare...

Autore: Franco Nugnes

Tag: Motorsport , Renault , formula 1 , piloti


Top