dalla Home

Mercato

pubblicato il 25 giugno 2010

Audi A1 contro MINI, Citroen e Alfa

I prezzi delle piccole premium a confronto

Audi A1 contro MINI, Citroen e Alfa
Galleria fotografica - Audi A1Galleria fotografica - Audi A1
  • Audi A1 - anteprima 1
  • Audi A1 - anteprima 2
  • Audi A1 - anteprima 3
  • Audi A1 - anteprima 4
  • Audi A1 - anteprima 5
  • Audi A1 - anteprima 6

L'Audi A1 si avvicina al debutto commerciale sul mercato italiano e intende, nelle dichiarazioni della Casa tedesca, rappresentare lo stato dell'arte nell'agguerrito segmento delle piccole cosiddette premium. In pratica la tre porte di Ingolstadt porta avanti la filosofia progettuale e costruttiva tedesca, in contrapposizione alla scuola italiana di Alfa Romeo MiTo, a quella anglo-tedesca di MINI e al pensiero francese che sta alla base della nuova Citroen DS3. Parliamo di una cerchia di citycar piuttosto elitaria, in cui la differenza la fanno il blasone, i contenuti tecnici e naturalmente il prezzo. E allora vediamo come si posiziona rispetto alla concorrenza la nuova piccola dei quattro anelli che vedremo nei concessionari e sulle strade italiane entro metà settembre.

GAMMA RISTRETTA
Rispetto alle antagoniste l'Audi A1 si propone al lancio con una gamma piuttosto semplice, articolata in due allestimenti per tre sole motorizzazioni. Manca al momento di una versione particolarmente sportiva, ma dopo la fase iniziale di lancio la situazione verrà riequilibrata dall'introduzione di propulsori più performanti. L'entry level del listino è rappresentato dall'Audi A1 1.2 TFSI da 86 CV, con la 1.4 TFSI S tronic che pone il limite superiore a quota 122 CV.

GLI "ANELLI" SI PAGANO
A livello di prezzi l'Audi A1 si pone un gradino al di sopra della concorrenza, visto che la versione base A1 1.2 TFSI Attraction viene venduta a 16.800 euro contro i 15.000 euro dell'Alfa MiTo 1.4 Junior 78 CV Progression, i 16.300 euro della MINI One 55 kW e i 14.470 euro della Citroen DS3 1.4 VTi 95 CV Chic. In questo lotto l'Audi è quella che offre la cilindrata più contenuta, la sovralimentazione a turbina e, sulla carta, la massima efficienza, con consumi combinati di 5,1 l/100 km ed emissioni di CO2 pari a 118 g/km. Come prestazioni la piccola tedesca è seconda solo alla DS3, raggiungendo i 180 km/h e impiegando 11,7 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h. Gli equipaggiamenti di serie della tedesca, dell'italiana e dell'inglese sono simili, mentre la versione base della francese non può essere equipaggiata di fari allo xeno o sensori di parcheggio. Per tutte vale la considerazione che si tratta di allestimenti così essenziali da risultare irreali, privi come sono di equipaggiamenti importanti quali climatizzatore manuale (mediamente attorno ai 1.000 euro), cerchi in lega (dai 400 ai 700 euro) e fari fendinebbia (DS3 esclusa).

TOP DI GAMMA
La più costosa delle Audi A1 è la 1.4 TFSI S tronic Ambition, che per 22.900 euro è l'unica ad offrire di serie il cambio automatico-sequenziale a doppia frizione, lasciando alla discrezione del cliente la possibilità di aggiungere fari allo xeno (1.025 euro), tetto apribile (1.000 euro) e vernice metallizzata (550 euro). Questi ultimi equipaggiamenti costano un po' meno sulle concorrenti. Lievemente più potente e più economica è l'Alfa Romeo MiTo 1.4T 135 CV MultiAir Distinctive Premium Pack, venduta a 20.150 euro. La MINI Cooper costa invece 20.000 euro tondi tondi ed è l'unica a poter montare il cambio automatico, lo Steptronic 6 marce da 1.650 euro. Decisamente più potente e ancor meno dispendiosa è la Citroen DS3 1.6 Turbo THP 156 CV Sport Chic, che con 19.070 euro di listino è l'unica nella gamma della francese a vantare prestazioni a livello delle avversarie.

I DIESEL
Il confronto fra le motorizzazioni diesel, tutte con una cubatura di 1,6 litri, vede l'Audi A1 confrontarsi con vetture di potenza lievemente maggiore e prezzo pari o addirittura superiore, con la MINI che richiede la spesa più elevata e la MiTo meno dispendiosa del gruppo. In fatto di consumi ed emissioni la A1 1.6 TDI Attraction 105 CV (20.800 euro) vanta un dato combinato di 3,9 l/100 km e 103 g/km di CO2, valori praticamente uguali a quelli della MINI Cooper D (21.600 euro) che però è Euro 4. Lo stesso motore della MINI è montato sulla Citroen DS3 1.6 HDi 112 CV FAP Sport Chic, che per 20.170 euro regala la migliore accelerazione 0-100, in 9,8 secondi. L'Alfa Romeo MiTo 1.6 JTDM 120 CV Progression è invece accreditata della potenza più elevata, della velocità massima di 198 km/h e dei consumi più alti, a fronte di un prezzo d'acquisto di 19.300 euro.

INTRATTENIMENTO DI BORDO
Sulle quattro vetture prese in considerazione l'impianto audio di base è di serie già nelle versioni d'ingresso, ma il listino dell'Audi A1 propone equipaggiamenti opzionali di infotainment e infomobilità decisamente superiori a quanto offerto della concorrenza, merito anche della freschezza del progetto. Basti citare a tal proposito il sistema di navigazione MMI Navigation Plus (2.955 euro) che con hard disk da 30 GB, schermo da 6,5", connessione USB e Bluetooth deriva da quello dell'ammiraglia Audi A8. Solo MINI con il suo sistema di navigazione Professional (2.700 euro) propone qualcosa di simile, mentre il Radio NAV di Alfa MiTo (1.200 euro) e il My Way Confort Concert di Citroen DS3 (1.900 euro) non raggiungono i livelli del sistema Audi.

Galleria fotografica - Citroen DS3Galleria fotografica - Citroen DS3
  • Citroen DS3 - anteprima 1
  • Citroen DS3 - anteprima 2
  • Citroen DS3 - anteprima 3
  • Citroen DS3 - anteprima 4
  • Citroen DS3 - anteprima 5
  • Citroen DS3 - anteprima 6
Galleria fotografica - Alfa Romeo MiToGalleria fotografica - Alfa Romeo MiTo
  • Alfa Romeo MiTo - anteprima 1
  • Alfa Romeo MiTo - anteprima 2
  • Alfa Romeo MiTo - anteprima 3
  • Alfa Romeo MiTo - anteprima 4
  • Alfa Romeo MiTo - anteprima 5
  • Alfa Romeo MiTo - anteprima 6
Galleria fotografica - La nuova MINI senza veli!Galleria fotografica - La nuova MINI senza veli!
  • La nuova MINI senza veli! - anteprima 1
  • La nuova MINI senza veli! - anteprima 2
  • La nuova MINI senza veli! - anteprima 3
  • La nuova MINI senza veli! - anteprima 4
  • La nuova MINI senza veli! - anteprima 5
  • La nuova MINI senza veli! - anteprima 6

Autore:

Tag: Mercato , Audi


Top